‘Agcom per l’Italia digitale’, faro su tutele utenti e qualità reti e servizi

Informare i cittadini dei diritti , delle opportunità e delle tutele nel mondo delle comunicazioni e dar loro gli strumenti per una migliore alfabetizzazione digitale. Sono questi in sintesi gli obiettivi della campagna di comunicazione #agcomperlitaliadigitale al via dall’11 novembre sulle reti televisive e radiofoniche della Rai, sulle emittenti televisive e radiofoniche nazionali e locali, sulla stampa quotidiana e sul web. Grande spazio sarà dato alla comunicazione digitale, grazie all’uso di canali web e piattaforme social, con l’obiettivo, è stato spiegato oggi in una conferenza stampa nella sede dell’Autorità, di intercettare anche i cittadini più distanti dai media tradizionali, con un linguaggio chiaro e divulgativo.

Sulle reti radiotelevisive Rai sono previsti due spot di 30 secondi per diffondere due diversi messaggi: uno di carattere istituzionale, che fornisce una panoramica introduttiva delle principali linee di attività dell’Autorità a tutela degli utenti; uno dedicato alla Broadband Map (http://maps.agcom.it), sito che consente di conoscere la copertura della rete Internet a banda larga e ultralarga presso il proprio indirizzo civico, e a Misurainternet e Misurainternetmobile, i siti che consentono di verificare, dal proprio terminale, la reale velocità di connessione fissa o mobile dell’offerta acquistata.

Sulle reti radiotelevisive locali, è previsto anche il passaggio di ulteriori sei spot, che introducono alle informazioni di base su specifiche tematiche oggetto di regolamentazione e vigilanza da parte dell’Agcom. Particolare attenzione è dedicata al funzionamento della piattaforma Conciliaweb per la risoluzione delle controversie tra operatori e utenti, quindi alla trasparenza tariffaria, ai costi di recesso, al cambio di operatore, alle agevolazioni per utenti con disabilità e all’Internet aperta. I video saranno anche oggetto di una campagna social sui profili ufficiali dell’Autorità (Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin e YouTube), il cui scopo è coinvolgere gli utenti in uno storytelling volto a migliorare la consapevolezza dei propri diritti nel campo delle comunicazioni elettroniche.

La campagna di comunicazione #agcomperlitaliadigitale è inserita nelle attività previste dalla convenzione sottoscritta dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e il Ministero dello Sviluppo Economico il 24 dicembre 2020, con l’obiettivo di informare i cittadini e gli utenti in merito ai diritti, alle opportunità e alle tutele esistenti ed è finanziata a valere sul Fondo a vantaggio dei consumatori in attuazione dell’art. 6, del decreto del 10 agosto 2020. L’iniziativa si inscrive in un ampio progetto che intende promuovere, negli utenti, la conoscenza dei diritti e degli strumenti di tutela nel settore delle comunicazioni elettroniche (Internet, telefonia, pay-tv) e favorirne l’alfabetizzazione digitale.

Nell’ambito della campagna, l’Autorità terrà tre webinar, nel corso del mese di novembre, rivolti alle associazioni dei consumatori. Gli incontri verteranno sui seguenti argomenti: la tutela dei consumatori nei servizi di comunicazione elettronica; l’evoluzione tecnologica delle reti, dei servizi e le procedure di passaggio tra operatori; Conciliaweb e altri strumenti/organismi Alternative Dispute Resolution (ADR).

Nell’ambito di un evento pubblico, in programma nei primi mesi del 2023, verranno presentati i risultati delle iniziative di comunicazione e formazione. I contenuti della campagna saranno resi disponibili su un sito dedicato (www.agcomperlitaliadigitale.it). Attraverso una navigazione intuitiva, user-oriented, l’utente è guidato nella risoluzione dei dubbi o nella ricerca degli strumenti adatti alle sue esigenze (Misurainternet, Conciliaweb, Broadband Map, Modello D). Saranno inoltre pubblicati alcuni podcast, finalizzati ad informare i clienti sui loro diritti mediante lo strumento, semplice e facilmente accessibile, del racconto di una esperienza concreta che riguarda tipici disservizi legati ai contratti di comunicazione elettronica. Infine, sarà disponibile un video tutorial per la compilazione del modello D, da utilizzare per le segnalazioni dei disservizi.

Leave a Comment