Assicurazioni, Cimbri (Unipol) entra in board Icmif

Il presidente del Gruppo Unipol Carlo Cimbri è stato nominato membro del board della International Cooperative and Mutual Insurance Federation (Icmif), la federazione internazionale delle mutue assicuratrici. La nomina arriva in occasione del centenario di Icmif, che si celebra a Roma fino al 28 ottobre con dibattiti e incontri sul tema del mercato assicurativo.

“Questi tre giorni – ha detto Cimbri dal palco del convegno di apertura – saranno l’occasione per confrontarsi sui temi che oggi più impattano sul settore assicurativo: il nuovo rapporto con i clienti, la gestione dei megatrend che stanno portando a una situazione fluida e in continuo cambiamento, la pervasività della tecnologia e la possibilità di adottare criteri di sostenibilità nella gestione finanziaria”.

“Il cambio di paradigma dell’era digitale e l’analisi dei dati che pongono i clienti al centro dell’offerta commerciale ci offre l’opportunità di adottare un approccio olistico a vantaggio di quei clienti stessi. Per essere efficaci – ha quindi aggiunto il presidente di Unipol – le conoscenze acquisite dall’uso dei dati devono supportare la rete fisica e consentire alle nostre reti di offrire ai clienti uno storytelling semplice ed educativo, al fine di dimostrare quanto sia importante acquisire prodotti di protezione se vogliono proteggere le proprie risorse a lungo termine. Ad esempio – ha detto Cimbri – educare i nostri clienti sull’importanza di stipulare un’assicurazione contro rischi sempre più significativi, come quelli legati alla perdita dell’autosufficienza, o gestire eventi importanti come la nascita di un bambino. Gli attori che avranno successo saranno quelli che riusciranno ad implementare modelli di servizio altamente innovativi e data driven, ma anche fortemente focalizzati sulla relazione, che diventa quindi il cardine per rimanere competitivi ed essere innovativi”, ha concluso Ciimbri.

Secondo Cimbri, quindi, “gli ecosistemi, sempre più strutturati e organizzati, stanno rivoluzionando giorno dopo giorno il modo di offrire prodotti e servizi nel mondo assicurativo, in particolare nei settori della salute, della mobilità e della casa. In questo contesto, le aziende giocano il ruolo chiave di ‘orchestratori’, dovendo confrontarsi con nuovi concorrenti e partner per instaurare relazioni in grado di far funzionare efficacemente gli ecosistemi, legando l’offerta di servizi al momento in cui si presenta la necessità”, ha spiegato ancora dal palco il presidente di Unipol.

Il tema della conferenza del Centenario di Icmif, di cui il Gruppo Unipol è membro fondatore, è ‘Leading with purpose’ e le varie sessioni plenarie si concentreranno sui trend del business assicurativo, sulle strategie sempre più orientate alla sostenibilità e sulle sfide che attendono questo settore, in particolare dopo i numerosi cambiamenti apportati dalla pandemia di Covid-19.

Il settore delle mutue assicuratrici è cresciuto a livello mondiale del 39,0% dal 2007 al 2020, superando di 11,9 punti percentuali la crescita del mercato assicurativo mondiale complessivo (27,1%), e ha visto incrementare la propria quota sul mercato assicurativo totale dal 24,0% al 26,3%. Secondo le ultime ricerche Icmif, ci si aspetta che i dati del 2021 rilevino la crescita più marcata del settore da dieci anni a questa parte.

Leave a Comment