Caro energia, Scholz: “Discutiamo di prezzo gas, ma non vogliamo restare senza”

Gli “strumenti” da utilizzare per ridurre il prezzo del gas in Europa “vanno discussi intensamente”, perché “devono funzionare. Nessuno vuole ritrovarsi senza gas: bisogna discutere di come abbassare i prezzi e avere abbastanza gas per tutti nell’Ue“. Lo dice il cancelliere tedesco Olaf Scholz, a margine del Consiglio Europeo in corso a Bruxelles. 

“Siamo i più grandi sostenitori dell’Ue – continua – paghiamo il 26% del bilancio e sviluppiamo molti meccanismi di solidarietà, come nell’ultima crisi, con la Recovery and Resilience Facility. La maggior parte dei soldi del Recovery non sono ancora stati utilizzati e sono destinati a quello che serve ora: investire in infrastrutture, nella lotta al cambiamento climatico, nelle rinnovabili, eccetera. E’ la stessa cosa per RePowerEu, che è un’ottima proposta”.

“Dobbiamo trovare il modo di sostenere tutti i Paesi per abbassare i prezzi, non solo con i sussidi, ma anche sui mercati mondiali. Dobbiamo collaborare con Corea del Sud e Giappone, che sono compratori” di gas, “con altri amici del G7 che sono fornitori e con altri Paesi fornitori. E’ di questo che dobbiamo parlare”, conclude. 

L’Eliseo ha annunciato che il presidente francese, Emmanuel Macron, riceverà mercoledì a Parigi il cancelliere tedesco. L’incontro avviene in un contesto di tensioni tra i due Paesi. Oggi i due leader si sono incontrati a Bruxelles in vista del summit europeo dedicato all’impennata dei prezzi dell’energia. “Non penso sia bene per la Germania e l’Europa, se la Germania si isola”, ha detto Macron al suo arrivo nella capitale belga, sottolineando la necessità di lavorare con il cancelliere tedesco alla ricerca di soluzioni condivise.

Leave a Comment