Il futuro dell’editoria, l’Adnkronos al Global Media Congress di Abu Dhabi

Facilitare le connessioni e reinventare i brand in uno scenario in continua evoluzione. La sfida che si pone il Global Media Congress, in corso ad Abu Dhabi, è ambiziosa. La partecipazione dell’Adnkronos, con il Direttore sviluppo business, Claudio Chiucchiù, e del Cfo, Roberto Luongo, è funzionale allo sviluppo internazionale dell’agenzia, con l’obiettivo di integrare il suo percorso con quello dei più prestigiosi media internazionali. Occasioni come questa servono a esplorare opportunità future e a rafforzare le media partnership, uno strumento sempre più strategico, soprattutto in un’ottica multimediale.

Nuove tendenze, nuove tecnologie, nuove sfide. Soprattutto, l’oppportunità di affrontarle condividendo una direzione. “Accelerare il cambiamento dei media in tutto il mondo richiede un pensiero globale, la capacità di prevedere nuovi scenari e di collaborare per aiutare le imprese ad allinearsi, adattarsi e avere successo. Il Global Media Congress offre la piattaforma ideale per raggiungere questi obiettivi”, recita il testo che presenta l’evento, dal 15 al 17 novembre all’Abu Dhabi National Exhibition Centre.

Gli Emirati Arabi, ha evidenziato lo sceicco Mansour Bin Zayed al Nahyan, vice primo ministro e ministro della Corte presidenziale, “sono una piattaforma efficiente per l’intero settore dei media, grazie alla sua infrastruttura digitale integrata”.

I numeri relativi all’appuntamento aiutano a comprenderne la portata: diecimila partecipanti, più di 170 speaker accreditati, più di 150 brand presenti con i propri stand, più di 150 hosted buyers.

Leave a Comment