Lollobrigida: “Lavoriamo a strategia agricola, no ai cibi sintetici”

In questo Governo non ci sarà nessuno spazio per carne sintetica e farina di grilli. Il nostro obiettivo è difendere i cittadini dalle degenerazioni che vogliono far passare l’idea che basta nutrirsi, a prescindere da dove e come viene prodotto il cibo. Ma noi non possiamo accettarlo”. Ad affermarlo è il ministro dell’Agricoltura e della Sovranità Alimentare e Forestale Francesco Lollobrigida, intervistato da Italiaambiente, a margine della 124esima edizione di Fieracavalli, tenuta a battesimo dallo stesso ministro a Veronafiere.

Il prodotto italiano è un’eccellenza nel mondo. E il legame con il territorio è di primaria importanza. – ha sottolineato il ministro – Quello che davvero ci allarma sono degenerazioni di cui nessuno parla, come la produzione di carne in laboratorio. Noi di FdI avevamo firmato delle petizioni per contrastare questa aberrazione. Questo è l’impegno che abbiamo preso in campagna elettorale e che intendiamo interpretare”.

Quanto alla linea che verrà impressa al dicastero dell’Agricoltura e della Sovranità alimentare Lollobrigida ha ribadito che “la prima cosa è mantenere l’atteggiamento che abbiamo sempre avuto anche in Europa: difesa della qualità dei nostri prodotti agricoli. L’Italia non potrà essere mai concorrenziale per la quantità, l’Italia è concorrenziale per la qualità. Anche i provvedimenti e gli stanziamenti che sono stati previsti, vedono la necessità di costruire una strategia organica della Nazione. – ha aggiunto – Il presidente Meloni oggi è a Bruxelles per il primo incontro istituzionale con i massimi vertici per rendere l’Europa più forte. Per raggiungere questo obiettivo, l’Europa deve tutelare gli interessi della nostra economia e dei nostri valori fondanti, anche rispetto alle aggressioni di un mercato non regolato che mette in difficoltà le qualità di ogni Nazione”.

Leave a Comment