Safe tra sostenibilità e talento, la metamorfosi che coinvolge aziende e persone

Si è svolta presso la Terrazza Civita – Piazza Venezia a Roma, la Cerimonia di Chiusura della XXIII edizione del Master Safe in “Gestione delle Risorse Energetiche”, occasione di dialogo e condivisione tra le principali imprese del settore energetico-ambientale, partner del Master SAFE, sul tema della metamorfosi sostenibile. La Cerimonia ha ospitato il talk “Embracing Metamorphosis: Talents & Sustainability”, in cui si è discusso sugli effetti e le trasformazioni provocate dalle sfide ambientali, dalla pandemia e dalla crisi geopolitica ed energetica, che hanno ridisegnato le relazioni tra persone, organizzazioni e società.

In apertura dei lavori, Raffaele Chiulli, Presidente – Safe, ha evidenziato come sia necessario operare un cambio di prospettiva negli assetti energetici globali, una trasformazione che richiederà coraggio e innovazione: “Parlare di sostenibilità non significa soltanto affrontare i rischi associati ai cambiamenti climatici, ma rappresenta un’opportunità per rispondere alle grandi sfide energetiche, economiche e sociali del nostro tempo, nel rispetto delle comunità locali e con la convinzione che il processo di decarbonizzazione rappresenti una grande opportunità per modernizzare e rilanciare l’economia, rivitalizzare il comparto industriale, sfruttare le potenzialità delle tecnologie digitali ed assicurare una crescita sostenibile”.

Il dibattito ha visto la partecipazione di Ulf Berg, Entrepreneur & Board Member – Climeworks. L’imprenditore svizzero, nella sua carriera professionale ai vertici di numerose aziende internazionali, ha sottolineato la necessità di accelerare il processo di transizione energetica, di cui le nuove generazioni saranno protagoniste: “Le nuove tecnologie, la capacità di mettere a terra progetti e gli investimenti economici non devono essere considerati fattori “ostacolanti”. Abbiamo 28 anni per favorire misure e investimenti necessari a contenere l’aumento globale della temperatura al di sotto del +1.5°C. Per questo motivo, occorre semplificare e ridurre le tempistiche autorizzative: non possono essere necessari 5/10 anni per autorizzare un impianto!”.

Persone e organizzazioni giocano un ruolo fondamentale in questa metamorfosi: la gestione del talento, la sua valorizzazione, la spinta costante all’innovazione e al riconoscimento individuale e collettivo sono alcune delle sfide più attuali. Su questi temi è intervenuto Guido Stratta, Direttore People & Organization – Enel, che ha evidenziato: “La transizione energetica si fa con le persone: nel mondo del lavoro del futuro è fondamentale che risultato, motivazione e benessere siano in equilibrio, e che le idee non abbiano più gerarchia. Non ci sarà più il fare, il raggiungere un risultato, ma un concetto di relazione in cui le persone seguono le proprie vocazioni. Sono le loro capacità e la loro passione a fare la differenza in un’azienda”.

Nel corso della Cerimonia sono stati consegnati i riconoscimenti alle aziende che hanno collaborato con SAFE alla realizzazione dei Project Work: Accenture, Acea, Edison, ERG, Edelweiss, Iren. Sono stati conferiti, inoltre, i SAFE awards 2022: “Best management talk” per il miglior incontro con i top manager a Nicola Lanzetta, Direttore Italia – Enel, “Best Lecturer” per la migliore lezione in aula a Paolo Gentili – Director PwC Italy; “Loyalty Award” ad Annamaria Arcudi, Head of Portfolio Management & Trading – A2A; “Best Field Visit” per la miglior visita realizzata presso un sito operativo ad Enel Green Power; “Best Company Day” ad Acea.

Leave a Comment