Turismo, nel 2023 italiani più attenti al portafoglio: sale low cost e last minute

Nel 2023 il turismo degli italiani presterà maggiore attenzione al portafoglio. I nostri connazionali prenoteranno le loro vacanze sempre più a ridosso della partenza e andranno alla ricerca di eventi e luoghi esotici raggiungibili con voli a corto o medio raggio. A rilevare l’identikit dei viaggiatori per il nuovo anno sono le analisi effettuate da Volagratis.com che, osservando il comportamento degli utenti, ha individuato i 4 trend che caratterizzeranno l’anno nuovo e le destinazioni da non perdere, insomma maggiore attenzione al budget. Stando alla ricerca, a influenzare le scelte degli italiani in fatto di viaggi nel 2023 saranno soprattutto la situazione socio-economica globale e i rincari della stagione fredda, due fattori che porteranno a scegliere viaggi low cost.

Nessuna rinuncia, quindi, solo una maggiore attenzione al portafoglio, perché viaggiare, osservano gli analisti, è un bisogno sempre più sentito, come hanno dimostrato gli ultimi due anni, nei quali, nonostante le limitazioni, gli italiani non hanno mai smesso di andare alla scoperta di luoghi nuovi, anche se a soli pochi passi da casa. Proprio per andare incontro all’esigenza di una maggiore attenzione alle spese, Volagratis.com ha individuato le settimane in cui costerà meno volare nel 2023.

Secondo i dati raccolti dal portale, i prezzi più bassi dei voli si troveranno nella quarta e nella quinta settimana dell’anno (dal 23 gennaio al 5 febbraio), nelle quali si concentrerà il maggior numero di voli low cost, seguite dalla seconda (9-15 gennaio) e dalla diciannovesima (8-14 maggio). Il prossimo anno vedrà, inoltre, crescere il numero di viaggi last minute, un trend, questo, già emerso nel mese di ottobre 2022, quando il 40% dei booking è avvenuto con una finestra di prenotazione che va da un giorno a un massimo di tre settimane prima della partenza, con il 16% delle prenotazioni effettuate entro 7 giorni dal viaggio.

Leave a Comment