Valentino, Art Déco e anni ’70 per nuovo concept store

Motivi Art Déco degli anni ’30 e un’audace estetica anni ’70, uniti in un linguaggio contemporaneo. La maison Valentino svela un nuovo concept per i suoi store a livello globale, presentando un’evoluzione del brand verso un crescente approccio human-centric attraverso una più intima dimensione dell’esperienza retail. Un graduale redesign delle boutique internazionali a partire da novembre 2022, un progetto che nasce all’interno della maison stessa e che rafforza l’attenzione del brand alla client experience con un linguaggio artistico e contemporaneo.

Al punto d’incontro tra tradizione e innovazione, il concept rappresenta l’identità di Valentino come maison de couture, con un design d’interni che traduce l’approccio artigianale e l’estetica del brand. Il nuovo concept nasce da una rinnovata visione rispetto al rapporto tra il brand e i clienti, diventando il fulcro della narrativa del design definendo il percorso del client journey ispirato all’italian hospitality, ideato come rituale guidato dallo store team attraverso gli spazi delle boutique.

Ogni store diventa una nuova casa per il brand ed un luogo intimo dove accoglierne i clienti, ponendo il rapporto umano al centro di Valentino, celebrando i codici della maison e l’heritage italiano. Le collezioni prêt-à-porter menswear e womenswear, insieme agli accessori Valentino Garavani, sono presentati attraverso un temperato set up dai dettagli di design inaspettati. Ogni store offre un’esperienza unica, con un concept estetico d’insieme declinato nei diversi territori attraverso elementi individuali e distintivi che collegano lo spazio al luogo in cui sorge.

Speciali aree ad hoc saranno riservate agli appuntamenti privati, coltivando l’intimità e l’esclusività all’interno di un ambiente attentamente curato. Gli interni alludono ai motivi Art Déco degli anni 30 e ad un’audace estetica anni 70, che si fondono in un linguaggio contemporaneo espresso attraverso un’eclettica palette di materiali e dettagli ispirati ad edifici romani. Le tonalità cromatiche delle pareti di tessuto rimandano ai busti sartoriali appartenenti al mondo della couture.

Il nuovo concept pervade l’architettura degli stores, con piastrelle in ceramica che rivestono la facciata e pavimenti definiti da iconici motivi geometrici in marmo Botticino e Sahara Noir. Elementi in onice e legno contribuiscono al senso di calore, eleganza e lusso calibrato. Maison Valentino ha coinvolto artigiani specializzati per produrre oggetti bespoke per ogni spazio: Massimiliano Pipolo ha realizzato maniglie in ceramica fatte a mano, caratterizzate da forme naturali sospese tra funzionalità e astrazione, mentre Fabio Cinti è stato incaricato di creare composizioni geometriche in ottone, oggetti decorativi che fondono un linguaggio contemporaneo con una sapiente tecnica artigianale.

Il mobilier Alexandre Logé ha creato delicati lampadari in gesso scolpito, composizioni bianche sospese con estensioni luminose nello spazio. A fare luce sul senso di comfort in ogni store è anche la scelta dei mobili, che comprende iconici divani Camaleonda di Mario Bellini per B&B Italia in variazioni bespoke dalle tonalità cromatiche gioiello e tappeti grafici contemporanei di Gorlan.

Leave a Comment