Arturia MiniLab 3 pratico: un grande aggiornamento per un controller MIDI economico

Guarda, non mancano controller MIDI a prezzi accessibili là fuori. E se ti attieni ai grandi marchi, è piuttosto difficile sbagliare. La stessa Arturia ha anche più offerte di budget che sono tutte piuttosto solide di per sé. Uno dei suoi più popolari, il MiniLab sta ricevendo un aggiornamento piuttosto importante che include modifiche ai controlli, un arpeggiatore e l’aggiunta di una porta MIDI – e una a grandezza naturale.

Il MiniLab 3 non sembra molto diverso dal suo predecessore MKII. I suoi angoli sono leggermente più arrotondati e ha abbandonato otto dei suoi 16 codificatori per quattro cursori. Ma per il resto, mantiene la stessa configurazione generale. Hai ancora 25 tasti sensibili alla velocità, otto pad RGB sensibili alla velocità, nonché strisce touch mod e pitch sopra la tastiera. E ci sono ancora pannelli in finto legno sul lato che gli conferiscono un tocco unico.

Terrence O’Brien / Engadget

L’hardware stesso è quello che ti aspetteresti per $ 109. È una sensazione plastica, ma non a buon mercato. Le manopole e gli slider hanno una discreta resistenza e la tastiera è leggermente elastica. Tutto questo è fondamentalmente la norma e altri controller con prezzi simili hanno i loro pro e contro. I pad e i tasti del MiniLab sono migliori del LaunchKey Mini MK3, ma il suo arpeggiatore non è così unico e la sua integrazione con Ableton Live non è così stretta. Mentre l’Akai MPK Mini MK3 ha di gran lunga i migliori pad del gruppo, la sua tastiera non è niente di entusiasmante e la sua integrazione con le DAW è estremamente semplice.

Tuttavia, l’integrazione con le DAW è stata migliorata su MiniLab 3. Arturia ha compiuto ulteriori sforzi per migliorare questo aspetto negli ultimi due anni e stiamo iniziando a vedere alcuni dei frutti di quel lavoro. I controlli disponibili sono stati notevolmente ampliati per molte app con script personalizzati per DAW specifiche come Ableton Live o FL Studio.

Arturia MiniLab 3

Terrence O’Brien / Engadget

L’arpeggiatore è piuttosto solido. Non penso che sia così interessante come quello del LaunchKey Mini MK3, ma non è affatto semplice. Ha sei diverse modalità di riproduzione, controlli swing e gate, oltre alle opzioni standard di ottava e divisione del tempo. C’è anche una modalità accordi che ti consente di suonare accordi ricchi e pieni con un solo dito.

Se hai poco spazio e non hai intenzione di trascinare il controller con te, MiniLab 3 è un’opzione eccellente. Mentre Arturia lo chiama portatile, è abbastanza grande da essere un po’ ingombrante in una borsa. E ho alcune preoccupazioni su come quei fader resisterebbero a essere spinti in giro con altre cose. Se la portabilità è la tua preoccupazione principale, LaunchKey Mini di Novation o MicroLab di Arturia sono probabilmente scommesse migliori. Ma se vuoi solo il maggior numero di controlli nel minor spazio possibile e allo stesso tempo ottenere una solida integrazione software, in particolare con Analog Lab di Arturia, allora MiniLab è la strada da percorrere.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment