Ascolta i suoni inquietanti di una tempesta solare che colpisce il campo magnetico terrestre

Metti da parte film e giochi horror per qualche minuto per ascoltare qualcosa di veramente inquietante in questa stagione di Halloween. Ha rilasciato l’audio di come suona il campo magnetico del nostro pianeta. Mentre ci protegge dalle radiazioni cosmiche e dalle particelle cariche dei venti solari, si scopre che il campo magnetico ha un rombo snervante.

Non puoi puntare esattamente un microfono verso il cielo e sentire il campo magnetico (né possiamo vederlo). Scienziati dell’Università tecnica della Danimarca raccolti dai tre satelliti Swarm dell’ESA in suono, che rappresentano sia il campo magnetico che una tempesta solare.

L’audio etereo mi ricorda i campanelli eolici in legno che tintinnano mentre una massa di terremoti si sposta, forse durante un terremoto. Ricorda anche i suoni scoppiettanti di un ghiacciaio in movimento. Potresti ottenere qualcosa di diverso dalla clip di cinque minuti.

“Il team ha utilizzato i dati dei satelliti Swarm dell’ESA, così come altre fonti, e ha utilizzato questi segnali magnetici per manipolare e controllare una rappresentazione sonora del campo centrale. Il progetto è stato sicuramente un esercizio gratificante per unire arte e scienza”, ha affermato Klaus Nielsen dell’università, musicista e sostenitore del progetto. “Il brontolio del campo magnetico terrestre è accompagnato dalla rappresentazione di una tempesta geomagnetica che è il risultato di un brillamento solare il 3 novembre 2011, e in effetti sembra piuttosto spaventoso”.

Se ti capita di visitare Solbjerg Square a Copenaghen questa settimana, potresti essere in grado di immergerti nel basso rombo del campo magnetico. Più di 30 altoparlanti sono puntati a terra. Trasmetteranno l’audio tre volte al giorno fino al 30 ottobre. “L’abbiamo impostato in modo che ogni altoparlante rappresenti una posizione diversa sulla Terra e dimostri come il nostro campo magnetico ha fluttuato negli ultimi 100.000 anni”, ha detto Nielsen.

Questa non è la prima volta che i ricercatori trasformano in suono dati provenienti da forze altrimenti silenziose. L’anno scorso, la NASA dell’attività del campo magnetico attorno alla luna di Giove Ganimede. Più recentemente, abbiamo ascoltato una rappresentazione terrificante di come suona un buco nero.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment