Gli appaltatori di YouTube Music votano per aderire al sindacato

Un gruppo di lavoratori di YouTube Music Content Operations, un subappaltatore, ha presentato istanza al National Labor Relations Board per il riconoscimento sindacale e il potere contrattuale dopo che una super maggioranza dei 58 membri del gruppo ha firmato tessere sindacali. “Come parte del team YouTube Music Content Operations, i lavoratori garantiscono che i contenuti musicali siano disponibili e approvati per i 2,1 miliardi di utenti attivi mensili di YouTube in tutto il mondo”, ha affermato in una nota l’Alphabet Workers Union-Communications Workers of America (AWU-CWA).

I lavoratori, che hanno sede ad Austin, in Texas, stavano già pagando le quote AWU-CWA e ora cercano diritti di contrattazione. L’AWU-CWA afferma che quei diritti costringerebbero Alphabet a riconoscere il sindacato come unità di contrattazione dei lavoratori. L’NLRB ha per il 14 novembre. Il sindacato, che è stato formato nel gennaio 2021, conta ora quasi 1.200 dipendenti di Alphabet come membri, inclusi dipendenti a tempo pieno, lavoratori temporanei, fornitori e contratti.

L’AWU-CWA afferma che “non smetterà di organizzarsi finché tutti i lavoratori di Alphabet (a tempo pieno, temporanei, fornitori e contrattisti) avranno dignità sul lavoro, la retribuzione e i benefici che meritiamo e un posto a tavola”. All’inizio di quest’anno, un gruppo di lavoratori di Google Fiber a Kansas City con l’AWU-CWA. Questo mese, l’AWU con l’NLRB, accusando la società di licenziare i lavoratori dei data center di Google come rappresaglia per l’attività sindacale. Il sindacato afferma che Google ha licenziato due lavoratori che hanno tentato di discutere di retribuzione e condizioni di lavoro.

“Siamo onorati di dare il benvenuto ai dipendenti del team YouTube Music Content Operations come membri dell’Alphabet Workers Union-CWA”, ha affermato Parul Koul, ingegnere del software di Google e presidente esecutivo dell’AWU-CWA. “Le piattaforme Google come YouTube sono state in gran parte un successo grazie al lavoro e agli sforzi delle migliaia di lavoratori a contratto che garantiscono contenuti di qualità mentre viene loro negata la loro giusta quota. Siamo entusiasti di vedere questi lavoratori portare Alphabet al tavolo delle trattative e usare il loro potere per ottenere una retribuzione di qualità, vantaggi e diritti sul lavoro che meritano”.

Engadget ha contattato Google per un commento.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment