GM afferma di essere pronta ad alimentare tutte le sue strutture statunitensi con energia rinnovabile entro il 2025

General Motors è sulla buona strada per assicurarsi il 100% dell’elettricità di cui ha bisogno per alimentare tutte le sue strutture statunitensi con energia rinnovabile entro il 2025. Mercoledì, la casa automobilistica ha recentemente finalizzato gli accordi di approvvigionamento necessari per trasformare questa impresa in realtà. L’annuncio mette GM sulla buona strada per raggiungere il più recente obiettivo di energia rinnovabile che si era prefissato alla fine dell’anno scorso. In precedenza, la società aveva pianificato di alimentare tutte le sue strutture statunitensi con energie rinnovabili entro il 2030. GM afferma che la sua transizione accelerata le consentirà di evitare di produrre circa 1 milione di tonnellate di emissioni di carbonio tra il 2025 e il 2030.

Ad oggi, il portafoglio energetico di GM include accordi di approvvigionamento con 16 impianti di energia rinnovabile in 10 stati. L’azienda sta anche lavorando per aumentare l’efficienza delle sue fabbriche e uffici, oltre a sviluppare le sue capacità di generazione di energia in loco.

“Garantire l’energia rinnovabile di cui abbiamo bisogno per raggiungere il nostro obiettivo dimostra progressi tangibili nella riduzione delle nostre emissioni in tutti gli aspetti della nostra attività, avvicinandoci in definitiva alla nostra visione di un futuro a zero emissioni”, ha affermato Kristen Siemen, Chief Sostenibilità di GM.

Mentre GM è sulla buona strada verso un’impresa impressionante, vale la pena prendersi un momento per contestualizzare cosa significa l’annuncio di oggi nel quadro più ampio. In primo luogo, l’azienda gestisce uffici e stabilimenti al di fuori degli Stati Uniti. L’annuncio di oggi non copre queste strutture. In secondo luogo, anche considerando tutti gli edifici di GM, sono solo una piccola parte dell’impronta di carbonio totale dell’azienda.

Secondo il suo , le emissioni di Scope 1 e 2 rappresentano solo il due percento delle emissioni totali di GM. Per coloro che non hanno familiarità con il , è un sistema di contabilità utilizzato da molte aziende per reperire e monitorare le proprie emissioni. La categoria Scope 1 comprende tutto l’inquinamento prodotto direttamente da un’organizzazione. Lo scopo 2, nel frattempo, comprende le emissioni indirette generate dall’elettricità, dal riscaldamento e dal raffreddamento che acquista. La maggior parte delle emissioni di GM, un enorme 98 percento, non sono prodotte dalle sue strutture. Invece, provengono dalla catena di approvvigionamento dell’azienda e dai consumatori che utilizzano le sue auto.

Ad essere onesti, GM sta lavorando per ridurre tali emissioni. Nell’estate del 2021, la società ha annunciato che avrebbe investito un totale fino al 2025 nello sviluppo di veicoli elettrici e autonomi. Detto questo, la transizione è qualcosa che richiederà tempo. Entro il 2030, GM prevede che i veicoli elettrici rappresentino dal 40 al 50 percento delle auto vendute negli Stati Uniti.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment