God of War: Ragnarok è il titolo first party più venduto di Sony

Dio della guerra: Ragnarok ha venduto più copie nella sua settimana di debutto di qualsiasi altro titolo PlayStation proprietario, l’account Twitter ufficiale di PlayStation. Sony afferma che il gioco ha registrato 5,1 milioni di vendite durante la prima settimana, posizionandosi davanti L’ultimo di noi parte II, Marvel’s Spider-Man, Uncharted 4: Fine di un ladro e il predecessore di Ragnarok, Dio della guerra (2018).

L’epopea di azione e avventura AAA, pubblicata il 9 novembre, è diventata un tesoro commerciale e critico. Oltre a spostare tonnellate di copie, detiene attualmente un punteggio del 94% su Metacritic, basato su 135 recensioni critiche. È lo stesso punteggio del gioco precedente. Il nostro di Ragnarok ha elogiato il soddisfacente combattimento con l’Ascia del Leviatano e le Lame del Caos, maestose scene e colpi di scena sorprendenti. E il nostro Nate Ingraham pensava che i nemici più vari rappresentassero un enorme miglioramento rispetto al titolo del 2018. La sua unica seria riserva riguardava la narrazione che trovava eccessivamente lunga ea volte sembrava impantanata per mancanza di montaggio.

Il confronto delle vendite con le passate esclusive Sony non è sempre da mele a mele. L’azienda ha utilizzato vari periodi di tempo per diversi giochi, presumibilmente per soddisfare le esigenze di pubbliche relazioni del momento. Ad esempio, ha annunciato le vendite dei primi tre giorni per (quattro milioni nel 2020), (3,3 milioni nel 2018) e (3,1 milioni nel 2018). Tuttavia, RagnarokLe vendite della prima settimana sono quasi raddoppiate rispetto a quelle di che ha venduto 2,7 milioni durante la prima settimana del 2016.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.


Leave a Comment