GoPro Hero 11 Black Mini: un po’ più piccola, un po’ meno capace

L’aggiornamento annuale di Hero Black di GoPro è arrivato con una piccola sorpresa quest’anno. Invece della solita fotocamera di punta, è stata svelata anche una versione “Mini”. Purtroppo, quando sono stati annunciati era disponibile solo il normale Hero Black, quindi se la versione ridotta ha attirato la tua attenzione, hai dovuto aspettare fino al 25 ottobre. E poi hai dovuto aspettare solo un po’ più a lungo. Ma finalmente è qui ed è una proposta interessante.

Ovviamente il tono è semplice: un Hero 11 Black ma più piccolo. Il Mini è circa 3/4 di pollice più stretto del normale Hero 11 Black quando lo guardi a testa alta. Ma è anche un po’ più alto e circa 5 mm più profondo. È ovviamente più piccolo nel complesso, ma c’è molta meno differenza rispetto alle fotocamere Session e all’ammiraglia dell’epoca. Come con quella fotocamera, tuttavia, il principale compromesso è la mancanza di mirino/display. Questo è un grosso problema, quindi la riduzione delle dimensioni deve davvero fare appello al tuo caso d’uso. E posso dire proprio qui in alto, per più gente, probabilmente no.

Per mettere le cose in prospettiva, al momento in cui scrivo, il Mini viene venduto a $ 299,98 con un abbonamento GoPro, mentre il normale Hero 11 Black è elencato a $ 349,98 con lo stesso affare (rispettivamente $ 449,98 / $ 549,98 se per qualche motivo non puoi prendere l’offerta di abbonamento). Questa è una differenza di $ 50 o $ 100, a seconda dei compromessi complessivi e della differenza di dimensioni relativamente minore. E ci sono ulteriori differenze oltre alla mancanza di schermo che vorrai considerare. Ad esempio, questa volta non è disponibile la modalità foto.

James Trew / Engadget

Per essere chiari, sì, puoi estrarre le foto dalla fotocamera (ce n’è una proprio sopra questa frase) ma estrarrai fotogrammi dal video. E sebbene sia abbastanza facile, non è sicuramente così semplice come scegliere la modalità foto e premere un pulsante (anche le tue foto potrebbero finire in 16: 9 se questo è il materiale sorgente). Scattare foto è sicuramente qualcosa che potresti presumere di poter fare in modo nativo e sono quindi obbligato a dirti che non puoi.

Ovviamente, come accennato, non c’è il touchscreen che influisce sul modo in cui si accede al menu. Puoi navigare tra le impostazioni tramite un piccolo display in alto che rimanderà i veterani di GoPro ai giorni di Hero 4 (e precedenti). Le opzioni qui sono leggermente limitate, con solo la modalità di scatto, le impostazioni della modalità e alcune (ma non tutte) le impostazioni generali in palio. Tutto il resto lo farai tramite l’app.

Personalmente preferisco fare la maggior parte delle cose sulla fotocamera stessa, quindi utilizzare l’app quando la fotocamera è montata fuori portata, ma non ho trovato difficile passare a fare quasi tutto in Quik. Questo diventa davvero un problema solo se stai facendo qualcosa in cui il tuo telefono non è nelle vicinanze. Il surf, ad esempio, potrebbe richiedere un po’ di pianificazione preliminare per assicurarti di essere pronto prima di entrare in acqua.

Sia la normale GoPro Hero 11 Black che la Mini sono raffigurate schiena contro schiena per un confronto delle dimensioni.

James Trew / Engadget

Allo stesso modo, ho notato che la fotocamera entra in standby molto rapidamente. Dopo appena otto secondi di inattività il Mini si spegnerà da solo (15 se sei nel menu delle impostazioni). Questo è ovviamente per risparmiare la durata della batteria, ma significa anche che se stavi solo facendo una pausa per pensare, devi riaccendere la videocamera ed eventualmente ricollegarti alla videocamera tramite WiFi e poi riprendere da dove avevi interrotto. Sembra una soluzione semplice aggiungere un’opzione per modificare la quantità di tempo, ma per ora è così.

Se sei abituato a utilizzare i preset video di GoPro, vale la pena sapere che ce n’è solo uno qui sulla Mini. A differenza del normale Hero 11 che ne offre molti insieme alla possibilità di crearne uno per diversi scenari di tiro, il Mini ha l’essenziale e non molto altro. Significa solo che devi modificare le impostazioni video in base allo scatto (come la vita prima che GoPro introducesse i preset), ma era qualcosa che mi mancava.

Per quanto riguarda la durata della batteria, ci sono buone notizie e cattive notizie. La cattiva notizia è che il design sigillato significa che non puoi sostituire una nuova cella se esaurisci il succo. La notizia migliore è che la Mini utilizza la nuova batteria Enduro più duratura. GoPro afferma che dovresti ottenere circa un’ora di registrazione continua con la massima qualità, o più vicino a due ore sono impostazioni meno impegnative. Questo sembra giusto in base al breve tempo che abbiamo avuto con la fotocamera e anche in linea con Hero 11 Black, che utilizza la stessa batteria.

Dall’ultima riprogettazione e aggiunta delle modalità video 5.3K, alcune persone hanno avuto problemi con il surriscaldamento della videocamera durante la registrazione in ambienti chiusi, con la videocamera in una posizione fissa. L’azienda rilasciato un aggiornamento software in risposta inclusa una nuova modalità “stazionario/treppiede”.

GoPro Hero 11 Black Mini.

James Trew / Engadget

Quando abbiamo testato le nostre Hero 9, 10 e 11, non abbiamo riscontrato questo problema, ma con la Mini è successo abbastanza rapidamente (in meno di 10 minuti) durante la registrazione a 5.3K/60fps. Nelle modalità meno assetate di energia il problema è scomparso, quindi qualsiasi cosa a 1080p, ad esempio, andava bene. Il messaggio di GoPro qui è che la Mini è una videocamera per esterni, progettata per essere montata su di te o sulla tua attrezzatura. Quindi, se stavi guardando questo per una potenziale applicazione statica/per interni, non è la fotocamera che desideri, anche secondo GoPro.

Se ti sembravano tante parole su cose che non puoi o non dovresti fare, allora la buona notizia è che, d’ora in poi, si tratta solo di ciò che la Mini Potere fare. La versione breve di ciò è, principalmente tutto ciò che può fare il fratello maggiore. Ma vale la pena richiamare alcuni dettagli e anche un paio di cose che sono uniche per la fotocamera più piccola.

La prima cosa che volevo confermare era che la Mini aveva un blocco completo dell’orizzonte a 360 gradi. Questa era una novità per Hero 11 Black ed è stata una delle caratteristiche principali di quest’anno. Non c’era motivo per cui la Mini non sarebbe stata in grado di farlo, avendo lo stesso sensore e tutto il resto, ma considera comunque questa conferma.

Lo stesso vale per la nuova modalità Hyperview, che comprime ogni pixel dal sensore in un video 16:9. È incredibilmente coinvolgente e fa sembrare sorprendentemente dinamiche anche le attività più banali. E, naturalmente, è disponibile anche la ripresa a pieno formato, quindi puoi catturare tutto ciò che vede il sensore e quindi eseguire il punch out di diversi video ottimizzati per dispositivi mobili o desktop dallo stesso file sorgente.

Una vista posteriore della GoPro Hero 11 Black Mini.

James Trew / Engadget

Dove la Mini eccelle, ovviamente, è con qualsiasi cosa montata sul corpo. Il fattore di forma più piccolo e il peso più leggero lo rendono un’esperienza molto piacevole per il montaggio sulla testa o sul casco. In effetti, direi che la Mini lo è tutto su essere una videocamera per casco. Non da ultimo a causa del secondo paio di dita di montaggio sul retro che facilitano il fissaggio in una posizione rivolta in avanti.

E questo sembra davvero ciò di cui tratta la Mini. Se non vuoi tutte le campane e i fischietti e vuoi solo una action cam onesta con tutte le credenziali video di Hero 11 Black, allora la Mini è quella che fa per te. Sembra anche che sarebbe una buona fotocamera secondaria per un’angolazione diversa. Allo stesso modo, se usi una GoPro a grandezza naturale per filmati FPV con drone (piuttosto che la videocamera “Bones” dedicata), anche la Mini è un’ottima opzione per questo – inoltre ottieni una videocamera che puoi usare anche altrove (a differenza di Bones) .

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment