Governo: Boggetti (Alisei), ‘ricerca vero motore sviluppo, pronti a confronto con Bernini’

“L’Italia deve tornare a credere che scienza e ricerca siano il vero motore di sviluppo del Paese. Quando poi la ricerca di base si applica al mondo delle scienze della vita, le sue ricadute spalancano ai cittadini le porte della medicina del futuro. Una medicina più inclusiva, personalizzata e sostenibile”. Così Massimiliano Boggetti, Presidente del Cluster Tecnologico Nazionale Scienze della Vita Alisei, commenta la nomina del nuovo Ministro dell’Università e Ricerca, che ha prestato oggi giuramento.

“La pandemia ha reso chiaro a tutti noi l’importanza strategica delle Scienze della Vita e della Salute, evidenziando soprattutto il ruolo essenziale della ricerca e del suo sviluppo industriale, come motore di miglioramento della qualità di vita delle persone. L’auspicio è che il nostro Paese possa finalmente acquisire un ruolo di attore primario e di attrattore di intelligenze e di investimenti, che possano ricadere positivamente nella salute stessa degli Italiani. Questa è la logica con cui Alisei è stato creato, svolgendo a questo fine l’attività di raccordo, coordinamento e stimolo tra i componenti operativi e istituzionali del settore. La sanità è in continua evoluzione e modernizzazione, ed è importante che il Sistema-Paese investa in tali innovazioni, focalizzando l’attenzione su tutto il ciclo della produzione di valore in ambito Scienze della Vita, a partire dalla ricerca early stage fino all’industrializzazione delle innovazioni, connettendo in modo sinergico e funzionale le diverse realtà di eccellenza italiane, dalle Università ai centri di Ricerca, dai parchi tecnologici alle imprese. Tutto ciò, se sfruttato adeguatamente, può portare a benefici concreti per gli Italiani, in termini di salute, ma anche di posti di lavoro e di sviluppo economico”.

“Confidiamo quindi di poter avviare al più presto interlocuzioni con il Ministro Bernini per incentivare la collaborazione tra i diversi attori del mondo delle Scienze della Vita, per definire insieme nuove strategie di sviluppo del settore che rappresentiamo, in termini di suo posizionamento rispetto ai Paesi esteri e di valorizzazione dell’innovazione”.

Leave a Comment