Guarda la capsula Orion della NASA passare a 80 miglia dalla luna a partire dalle 7:15

La missione Artemis I della NASA colpirà a pietra miliare fondamentale oggi mentre la capsula Orion fa il suo “flyby motorizzato in uscita” della Luna, avvicinandosi fino a 80 miglia dalla superficie. L’incendio è la prima delle due manovre necessarie per entrare in quella che è nota come “orbita retrograda distante” (DRO) attorno alla Luna. Durante il sorvolo, le telecamere all’interno e all’esterno il veicolo spaziale documenterà la vista, con inquadrature della Luna, della Terra e dello stesso Orione.”Sarà spettacolare”, ha detto il direttore di volo principale Rick LaBrode.

Il sorvolo è “la grande bruciatura che sposterà effettivamente Orione e lo invierà verso la lontana orbita retrograda pianificata” che gli consentirà di bruciare meno carburante, ha affermato LaBrode in precedenza. “DRO consente a Orion di trascorrere più tempo nello spazio profondo per una missione rigorosa per garantire che i sistemi dei veicoli spaziali, come la guida, la navigazione, la comunicazione, l’alimentazione, il controllo termico e altri siano pronti a mantenere gli astronauti al sicuro nelle future missioni con equipaggio”, ha affermato il responsabile della missione di Artemis, Mike. Sarafino.

Il motore ICPS del modulo di servizio della capsula, sviluppato dall’Agenzia spaziale europea (ESA), funzionerà per 2 minuti e 30 secondi. Mentre Orione passa dietro la Luna, gli ingegneri perderanno il contatto per circa 34 minuti a partire dalle 7:26. Trascorrerà da 6 a 19 giorni in DRO per raccogliere dati e consentire ai controllori di missione di valutare le prestazioni del veicolo spaziale, secondo l’agenzia spaziale.

Finora, la missione è andata per lo più secondo i piani. Tuttavia, due “squadre attive per la risoluzione delle anomalie” stanno indagando sui guasti nella memoria ad accesso casuale del sistema di localizzazione stellare e su un’unità di distribuzione e condizionamento dell’alimentazione malfunzionante. “Entrambi i sistemi stanno attualmente funzionando come richiesto e non ci sono impatti sulla missione legati a questi sforzi”, ha affermato la NASA.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment