I ricercatori hanno stampato in 3D una casa completamente riciclabile con materiali naturali

Con gli Stati Uniti di fronte a , i ricercatori dell’Università del Maine ritengono di aver trovato una soluzione al problema. Usando uno dei mondi l’Advanced Structures and Composites Center (ASCC) dell’università ha recentemente creato il primo . Trovare un modo per produrre case stampate in 3D su larga scala è una sfida che molti hanno cercato di affrontare in . Ad oggi, la maggior parte delle soluzioni ha comportato l’uso di cemento o argilla e metodi di costruzione tradizionali come l’intelaiatura in legno. Il “BioHome3D” dell’ASCC è diverso.

Il prototipo di 600 piedi quadrati del centro presenta pavimenti, pareti e un tetto stampati in 3D realizzati con fibre di legno di origine sostenibile e resine biologiche. La casa è anche completamente riciclabile e non richiede settimane e mesi di tempo di costruzione in loco per essere assemblata. Dopo aver stampato in 3D quattro moduli, il centro ha assemblato la BioHome3D in mezza giornata. Poi un elettricista ha impiegato circa due ore per cablare la casa per l’elettricità.

L’ASCC suggerisce che BioHome3D potrebbe aiutare ad affrontare la carenza di alloggi negli Stati Uniti riducendo il materiale e la manodopera necessari per costruire case a prezzi accessibili. Nel solo Maine, c’è una crescente carenza di circa 20.000 unità abitative in tutto lo stato.

Vale la pena notare che la carenza di alloggi negli Stati Uniti precede la pandemia e i problemi della catena di approvvigionamento che ne derivarono. un membro anziano di sostiene che gli attuali problemi abitativi possono essere ricondotti a restrittivi che consentono ai residenti di bloccare i tentativi di costruire più case nei loro quartieri. In altre parole, è meglio considerare la crisi immobiliare come una questione politica, non tecnologica.

Questo non vuol dire che la tecnologia non abbia un ruolo da svolgere nel miglioramento degli alloggi. Il cemento, l’ingrediente chiave del calcestruzzo, ha un’enorme impronta di carbonio. A partire dal 2018, la produzione globale del materiale ha contribuito a circa di emissioni annuali di gas serra, o più inquinamento di quello prodotto dall’intero settore aereo. Ridurre o eliminare completamente la necessità di cemento nella costruzione di case potrebbe essere un punto di svolta per l’ambiente.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.


Leave a Comment