Il capo hardware di Amazon conferma che sono iniziati i licenziamenti

Il capo della divisione hardware di Amazon che il gigante della tecnologia sta tagliando posti di lavoro. Dave Limp, che guida l’organizzazione Devices & Services dell’azienda, ha detto al suo team che Amazon “consoliderà alcuni team e programmi” e che “alcuni ruoli non saranno più richiesti”.

“Mi addolora dover fornire questa notizia poiché sappiamo che di conseguenza perderemo talentuosi Amazoniani dall’organizzazione Devices & Services”, ha scritto Limp in una nota allo staff condivisa da Amazon. “Anche se so che questa notizia è difficile da digerire, voglio sottolineare che l’organizzazione Devices & Services rimane un’importante area di investimento per Amazon e continueremo a inventare per conto dei nostri clienti”.

Limp non ha condiviso quanti dipendenti sarebbero stati interessati, ma un in Il New York Times ha indicato che fino a 10.000 posti di lavoro potrebbero essere tagliati a causa dei licenziamenti. Limp ha affermato che Amazon stava fornendo ai dipendenti “un pacchetto che include un pagamento di separazione, benefici transitori e supporto per l’inserimento lavorativo esterno”. Ha aggiunto che alcuni lavoratori potrebbero essere in grado di trovare diversi lavori all’interno di Amazon.

Amazon è l’ultimo gigante tecnologico a licenziare un gran numero di dipendenti nelle ultime settimane. Meta ha tagliato la scorsa settimana, i suoi primi licenziamenti di massa, e Twitter ha licenziato il suo personale e i lavori degli appaltatori.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment