Il Comitato Nazionale Repubblicano ha citato in giudizio Google per i filtri antispam di Gmail

Il Comitato Nazionale Repubblicano fa causa a Google. Secondo (attraverso Il confine), venerdì l’organizzazione ha intentato una causa presso la Corte distrettuale orientale della California. La denuncia accusa Google di aver inviato “milioni” di e-mail della campagna RNC alle cartelle spam di Gmail in un’estensione delle pratiche di filtraggio “discriminatorio” dell’azienda.

“All’incirca alla stessa ora alla fine di ogni mese, Google invia allo spam quasi tutte le e-mail dell’RNC”, afferma il reclamo. “Criticamente e in modo sospetto, questo periodo di fine mese è storicamente il momento in cui la raccolta fondi dell’RNC ha maggior successo”.

La causa arriva dopo che Google ha lanciato un controverso programma per placare i legislatori del GOP preoccupati per le sue pratiche di filtraggio. A giugno, dopo a scoperto che Gmail era più propenso dei client di posta elettronica concorrenti a filtrare le e-mail dalle campagne repubblicane, la società ha affermato che avrebbe collaborato con la Commissione elettorale federale per evitare che i messaggi politici finissero nelle cartelle di spam. La concessione è arrivata dopo che i legislatori repubblicani hanno presentato un disegno di legge che mirava a vietare alle piattaforme di posta elettronica di utilizzare algoritmi per instradare automaticamente i messaggi della campagna.

Secondo a , il Comitato Nazionale Repubblicano non sta approfittando del programma creato da Google per rispondere alle preoccupazioni del partito. La denuncia dell’organizzazione non menziona esplicitamente il pilota. Invece, indica una sessione di formazione a cui l’RNC ha partecipato l’11 agosto, lo stesso giorno in cui la FEC ha approvato il programma di Google.

“Questa discriminazione è in corso da circa dieci mesi, nonostante i migliori sforzi dell’RNC per lavorare con Google”, afferma l’organizzazione. Google non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento di Engadget. “Come abbiamo ripetutamente affermato, semplicemente non filtriamo le e-mail in base all’affiliazione politica”, ha detto la società Assoaggiungendo che i filtri antispam di Gmail riflettono le azioni degli utenti.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment