Il drone di consegna Prime Air riprogettato di Amazon può volare più lontano del suo predecessore

Amazon ha recentemente smesso di testare il suo robot per la consegna sul marciapiede Scout e ha preso altre decisioni indicando che sta ridimensionando i suoi progetti sperimentali. Sembra che lo sviluppo del suo drone di consegna per Prime Air stia ancora andando forte, perché il gigante dell’e-commerce ha appena rilasciato un’anteprima della sua macchina di nuova generazione. Il MK30 è stato progettato per essere più leggero dell’attuale modello soprannominato MK27-2. Avrà ancora sei rotori come il suo predecessore, in base alle immagini condivise dal gigante dell’e-commerce, tranne per il fatto che non ha più una cornice esagonale completa.

Il gigante dell’e-commerce dovrebbe iniziare le consegne di droni a College Station, in Texas e Lockeford, in California, entro la fine dell’anno per aiutarlo a valutare l’interesse delle persone nel far volare i loro ordini e farli cadere nei loro cantieri. Amazon utilizzerà l’MK27-2 per quei test: questo modello non sarà in servizio fino al 2024. L’azienda afferma che l’MK30 ha una portata più lunga dell’MK27-2, ha una tolleranza alla temperatura più elevata e ha la capacità di volare in caso di pioggia leggera . Inoltre, il team Flight Science di Prime Air ha progettato nuove eliche che apparentemente ridurranno il rumore percepito del nuovo drone di circa il 25%.

I droni dell’azienda non sono così rumorosi per cominciare, secondo la FAA progetto di valutazione ambientale (PDF) delle consegne di pacchi di droni a College Station, è improbabile che il rumore prodotto dall’MK27-2 causi disturbo e “non si prevede che influisca sul comportamento della fauna selvatica…” Amazon considera la riduzione del rumore prodotto dai suoi droni come un’importante sfida ingegneristica, tuttavia, e ritiene che tutte le qualità dell’MK30 combinate consentirebbero ai clienti di “scegliere più spesso la consegna dei droni. La società non ha rivelato un piano specifico per l’espansione della consegna dei droni nel suo post, ma promette di rendere il servizio disponibile” a più clienti nei mesi e negli anni a venire.”

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment