Il potente editor video DaVinci Resolve di Blackmagic sta arrivando su iPad

Blackmagic Design sta portando la sua popolare app di editing video DaVinci Resolve su iPad, promettendo supporto per RAW, collaborazione cloud e altro, l’azienda annunciato su Twitter. Non sarà una versione completa dell’app per PC/Mac, poiché inizialmente conterrà solo le pagine Taglia e Colore. Altrimenti, però, “sarà simile alla versione desktop”, ha detto Blackmagic.

L’app per iPad supporterà formati di file tra cui H.264, H.265, Apple ProRes e Blackmagic RAW, con clip disponibili dalla “memoria interna di iPad Pro e libreria di foto, iCloud collegati esternamente o dischi multimediali USB-C”, l’azienda ha scritto su Facebook.

Inoltre, potrai aprire progetti desktop sulla versione iPad, inclusi progetti collaborativi condivisi tramite Blackmagic Cloud. “Ciò significa che DaVinci Resolve per iPad è lo stesso strumento professionale e la stessa base di codice utilizzata nei principali film di Hollywood”, ha sottolineato Blackmagic.

Ci sono alcune modifiche all’interfaccia utente a causa delle dimensioni dello schermo, poiché la barra dei menu verrà rimossa, ad esempio. Inoltre, non è previsto alcun piano per portare la pagina Modifica nella versione per iPad, poiché è essenzialmente progettata per una tastiera e un mouse. “Questo rende molto difficile passare all’iPad senza cambiarlo in un modo che potrebbe causare problemi agli editor professionisti che fanno affidamento sulla pagina di modifica per il loro lavoro”, ha affermato la società. Per questo motivo, la pagina Cut acquisirà nuove funzionalità, tra cui “supporto audio migliorato, key framing, split edit e altro”.

Anche gli effetti Fusion e gli strumenti audio Fairlight non sono ancora disponibili, “perché il loro codice software non è stato ancora riprogettato per l’iPad”. Tuttavia, l’azienda prevede di lavorare su quelle pagine e includerle in una versione futura.

DaVinci Resolve è un’app popolare tra gli editor professionisti, in parte grazie ai suoi potenti strumenti di correzione del colore, che fanno parte dell’elenco di Engadget delle migliori app di editing. Inoltre, c’è una potente versione gratuita dell’app e la versione a pagamento costa solo $ 300, con tutti gli aggiornamenti futuri gratuiti. Ciò si è rivelato allettante per gli editori che non vogliono pagare un canone mensile per utilizzare gli strumenti Adobe Premiere, After Effects e Audition.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.


Leave a Comment