La FCC sta reprimendo lo spam di posta vocale senza anello

Non sei l’unico stanco di messaggi vocali senza suoneria che mettono lo spam nella tua casella di posta. La Commissione federale delle comunicazioni ha determinato che questi messaggi vocali silenziosi sono coperti dalle stesse regole del Telephone Consumer Protection Act (TCPA) che vietano le chiamate automatiche senza consenso. Le aziende hanno bisogno del tuo permesso per lasciare questi messaggi spazzatura poiché sono ancora considerati chiamate, afferma la FCC. La sentenza entra in vigore oggi.

La scoperta arriva cinque anni dopo che i marketer hanno chiesto per la prima volta esenzioni alle normative relative ai messaggi vocali senza anello, afferma la FCC. Secondo quanto riferito, le richieste, di All About the Message e di altri due firmatari, hanno ricevuto un feedback negativo “travolgente” da parte dei commentatori pubblici. La Commissione ha aggiunto di ricevere “dozzine” di reclami su questi messaggi vocali ogni anno. Il presidente della FCC Jessica Rosenworcel ha proposto di estendere il TCPA a questo spam a febbraio.

Come con altre repressioni di robocall, non vi è alcuna garanzia che i messaggi vocali si interrompano. Gli spammer possono trovare strade alternative per consegnare questi messaggi e la FCC può fare solo così tanto per limitare lo spam che ha origine al di fuori degli Stati Uniti. Tuttavia, ciò stabilisce confini precisi all’interno del paese: le aziende che violano le regole rischiano azioni FCC e azioni legali dei clienti che potrebbero rivelarsi costose.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment