La navicella spaziale Orion della NASA è sulla buona strada per iniziare il sorvolo della Luna il 21 novembre

Il veicolo dell’equipaggio di Orion sta superando le aspettative nel suo viaggio verso la Luna. La NASA ha fornito un aggiornare su Artemis 1 dopo il successo del lancio della missione mercoledì mattina presto. “Finora Orion si è comportato alla grande”, ha dichiarato Jim Geffre, responsabile dell’integrazione dei veicoli, durante una conferenza stampa della NASA tenutasi venerdì. “Tutti i sistemi stanno superando le aspettative dal punto di vista delle prestazioni.”

Artemis 1 cerca di confermare che il veicolo dell’equipaggio può trasportare in sicurezza astronauti umani sul satellite naturale della Terra. Il viaggio segna il primo viaggio di Orion oltre l’orbita del nostro pianeta. Nel 2014, il veicolo spaziale ha completato un volo di prova a due orbite attorno alla Terra. Un volo di successo aprirebbe la strada a una missione con equipaggio sulla Luna e, infine, al primo atterraggio lunare con equipaggio della NASA dall’Apollo 17 nel 1972.

L’agenzia prevede che Artemis 1 raggiunga la Luna il 21 novembre. A quel punto, il veicolo spaziale eseguirà il primo dei quattro motori principali che la NASA ha pianificato per la missione. A volte, Orion volerà a poco più di 81 miglia (130 chilometri) sopra la superficie lunare. “Passeremo sopra alcuni dei siti di atterraggio dell’Apollo”, ha detto il direttore di volo Jeff Radigan. Quattro giorni dopo, la NASA prevede di condurre un secondo incendio per portare Orion in un’orbita distante attorno alla Luna prima di impostare finalmente il veicolo spaziale su una traiettoria di ritorno verso la Terra. Se tutto va secondo i piani, Orion atterrerà nell’Oceano Pacifico l’11 dicembre.

I primi successi di Orion sono uno sviluppo positivo dopo i problemi incontrati dalla NASA con il suo razzo per carichi pesanti Space Launch System. L’agenzia spaziale è stata costretta a ritardare più volte il lancio di Artemis 1 a causa di problemi al motore, perdite di idrogeno e venti da uragano. Mercoledì mattina presto, è sembrato che l’agenzia sarebbe stata costretta a ritardare nuovamente la missione dopo che il team di terra SLS ha scoperto una perdita in uno dei tubi del carburante sulla torre di lancio del razzo. Tuttavia, dopo che il personale della NASA ha stretto alcuni bulloni, l’SLS è decollato, creando uno spettacolo notturno abbagliante.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment