La startup di veicoli elettrici Arrival per rifocalizzare l’attività sui furgoni elettrici per il mercato statunitense

Nel 2018, il nascente produttore di veicoli elettrici Arrival ha collaborato con UPS per costruire una nuova generazione di furgoni elettrici, a partire da una flotta pilota di 35 veicoli, da utilizzare sia negli Stati Uniti che in Europa. L’azienda ha rapidamente ampliato il proprio raggio d’azione da lì, lavorando a piani per un autobus elettrificato, un veicolo in condivisione di veicoli elettrici per Uber e un impianto di batterie da 11,5 milioni di dollari. Tuttavia, giovedì la società ha annunciato bruscamente di aver deciso di chiudere i suoi progetti di autobus e automobili per “rifocalizzare le proprie risorse sul mercato statunitense mentre avanza ulteriormente le sue tecnologie abilitanti”.

In un comunicato stampa giovedì, la società ha dichiarato che “ridimensionando la produzione nel Bicester [UK] la microfabbrica richiede ulteriori investimenti significativi in ​​hard tooling e capitale circolante e la Società ha stabilito che i vantaggi di tale investimento sarebbero indirizzati al meglio al mercato statunitense”. tecnologia che lo fa funzionare.

Arrival cita il credito d’imposta sui veicoli elettrici statunitensi come una grande influenza sulla sua decisione, osservando che l’Inflation Reduction Act è “che dovrebbe offrire tra $ 7.500 e $ 40.000 per i veicoli commerciali, [a] grandi dimensioni del mercato indirizzabili e margini sostanzialmente migliori.” Sfortunatamente, la società dovrà (ugh, le loro parole) “dimensione giusta” la forza lavoro del Regno Unito, come nei licenziamenti.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment