Lazio, Colosimo (FdI): “Era Zingaretti un disastro, ora puntiamo ad abbattere quel sistema di potere”

“I dieci anni di Zingaretti alla guida del Lazio? Una gestione disastrosa e lo dimostrano i numeri”. Così all’Adnkronos il deputato di FdI Chiara Colosimo che a fine ottobre ha dato le sue dimissioni da consigliera e da presidente della commissione Trasparenza della Regione Lazio. “Al netto delle dichiarazioni – aggiunge – credo che l’unico vanto del governatore uscente sia stato di aver costruito una rete di potere, che intendiamo radere al suolo”. Chiara Colosimo è uno dei nomi del centrodestra che circola per le elezioni regionali nel Lazio: “Sono felice che si faccia il mio nome – replica -, perché lo leggo come un riconoscimento al mio impegno, al lavoro svolto in opposizione. Ma mi piace quello che faccio ora e sono convinta che verrà scelto il candidato migliore sostenuto da tutta la coalizione per vincere queste elezioni e definitivamente abbattere il sistema di potere che ha caratterizzato l’era Zingaretti”.

Rifiuti e sanità sono i due temi su cui si concentra l’attenzione di Colosimo per una analisi del mandato di Zingaretti: “Guardiamoci intorno, la città di Roma è invasa dai rifiuti e le altre province sono in affanno, nonostante un Piano regionale, su questo tema non c’è un orizzonte e credo che l’assesore Valeriani debba prendersi le proprie responsabilità. Termovalorizzatore sì o no, la discarica di Magliano Romano – bocciata tra l’altro dal Tar -, proroga della discarica di Albano, se guardiamo ai fatti, non si capisce davvero quale sia la ricetta del Pd sui rifiuti”.

“Sulla Sanità – prosegue -, riconosco la buona gestione durante la pandemia, dopodiché non si muore solo di Covid, restano criticità, come più volte ho denunciato, sulle prenotazioni della prestazioni sanitarie nelle strutture pubbliche, sulla medicina territoriale ed ospedaliera, e non solo perché c’è poco personale, ma perché quello stesso personale viene selezionato secondo altri criteri piuttosto che sulle proprie capacità. Capitolo Trasporti: “Chiedetelo ai pendolari che prendono la Roma-Lido o la Roma-Civitacastellana-Viterbo, se tutto funziona”. Poi passa al Turismo, ricordando che la nostra regione potrebbe vivere solo di questo ma non si guarda oltre la Capitale. “A me sembra che non ci sia qualcosa che abbia funzionato in questi dieci anni, al di fuori delle prebende che loro hanno spartito a chi aveva la tessera del Pd”, conclude.
(di Sibilla Bertollini)

Leave a Comment