L’exchange di criptovalute FTX dichiara bancarotta mentre il suo CEO si dimette

Twitter non è l’unica azienda tecnologica degna di nota di questa settimana. Dopo un crollo incredibilmente rapido, l’exchange di criptovalute ha presentato istanza di protezione dal fallimento secondo il Capitolo 11, mentre il fondatore Sam Bankman-Fried si è dimesso da CEO.

La dichiarazione di fallimento copre FTX Trading, FTX US, Alameda Research e circa 130 altre società sotto l’ombrello del Gruppo FTX, secondo un comunicato stampa. Alcuni altri, come FTX Australia e FTX Express Pay, non sono coinvolti nella procedura fallimentare. La dichiarazione di fallimento secondo il capitolo 11 non significa necessariamente che un’azienda è morta nell’acqua: consente a un’azienda di continuare a operare mentre escogita un piano per ripagare i creditori. Tuttavia, è una posizione difficile da cui tornare.

“Il sollievo immediato del Capitolo 11 è fornire al Gruppo FTX l’opportunità di valutare la sua situazione e sviluppare un processo per massimizzare i recuperi per le parti interessate”, il nuovo CEO John J. Ray III (un ex presidente di Enron che è arrivato a vigilare sulla liquidazione di quella società) ha affermato in una nota. “Il Gruppo FTX dispone di risorse preziose che possono essere amministrate solo in un processo organizzato e congiunto. Voglio farlo [assure] ogni dipendente, cliente, creditore, contraente, azionista, investitore, autorità governativa e altra parte interessata che condurremo questo sforzo con diligenza, completezza e trasparenza.” Ray ha suggerito che le parti interessate dovrebbero rimanere pazienti, osservando che “gli eventi sono stati veloci -trasloco e la nuova squadra è stata ingaggiata solo di recente”.

La società si è trovata rapidamente in difficoltà dopo che il prezzo del suo token FTT nativo è crollato e molti utenti hanno ritirato la loro criptovaluta. A seguito di notizie secondo cui FTX stava affrontando una crisi di liquidità, Changpeng Zhao, CEO del gigante cripto rivale Binance, ha affermato che la sua azienda avrebbe venduto FTT per un valore di circa $ 529 milioni. Tutto ciò ha cancellato il valore del token.

Binance ha quindi accettato di salvare FTX da . Tuttavia, il giorno dopo, citando le preoccupazioni emerse durante lo svolgimento della due diligence. Bankman-Fried ha continuato e ha detto giovedì che stava facendo tutto il possibile e Si è dimesso solo un giorno dopo.

“Questo non deve necessariamente significare la fine per le aziende o la loro capacità di fornire valore e fondi principalmente ai propri clienti e può essere coerente con altre rotte”, Bankman-Fried ha scritto su Twitter dopo la dichiarazione di fallimento. “Lavorerò per fare chiarezza su dove sono le cose in termini di ripristino degli utenti al più presto.” Bankman-Fried ha aggiunto che lo farà presto pubblicare un resoconto più completo, play-by-play, di quello che è successo a FTX.

Intanto, rapporti che il Dipartimento di giustizia e la Securities and Exchange Commission stanno indagando su FTX. Non è chiaro quando il Dipartimento di Giustizia abbia iniziato a esaminare i rapporti della società, ma l’indagine della SEC sarebbe in corso da diversi mesi.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.


Leave a Comment