L’iniziativa delle Nazioni Unite utilizzerà i satelliti per rilevare i punti caldi delle emissioni di metano

Le Nazioni Unite scommettono che i satelliti potrebbero aiutare il mondo a recuperare il ritardo sulle riduzioni delle emissioni. L’organizzazione ha presentato un sistema di allerta e risposta al metano (MARS) che, come suggerisce il nome, avviserà i paesi e le aziende di rilasci di emissioni di metano “importanti”. La tecnologia utilizzerà i dati delle mappe satellitari per identificare le fonti, notificare gli organismi competenti e aiutare a monitorare i progressi nell’abbassare questa produzione.

La piattaforma MARS iniziale si concentrerà su fonti del settore energetico “molto grandi”. Si espanderà gradualmente per includere fonti meno potenti, avvisi e dati più frequenti su animali, carbone, riso e rifiuti. I partner del programma, come l’Agenzia internazionale per l’energia e la Coalizione per il clima e l’aria pulita delle Nazioni Unite, forniranno aiuto e consigli. Inoltre, le informazioni non rimarranno segrete, poiché le Nazioni Unite renderanno pubblici sia i dati che le analisi tra 45 e 75 giorni dopo il rilevamento.

Il sistema riceverà i primi finanziamenti dal governo degli Stati Uniti, dalla Commissione europea, dal Bezos Earth Fund e dal Global Methane Hub. Sia il fondo di Bezos che GMH stanno sostenendo gli sforzi correlati, come gli studi sull’individuazione e la lotta alle emissioni di metano agricolo.

Questo è il primo sistema pubblicamente disponibile del suo genere, afferma l’ONU. Teoricamente porterà a una riduzione delle emissioni di metano più rapida e mirata di quella che si vede oggi. Potrebbe essere cruciale negli anni a venire. Le Nazioni Unite hanno avvertito alla conferenza COP27 che la Terra non era affatto vicina a limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius dall’accordo di Parigi. Poiché il metano rilasciato dall’uomo è sia un importante contributo al cambiamento climatico (circa il 25%, afferma l’ONU) sia rapido a lasciare l’atmosfera, un uso efficace di MARS potrebbe aiutare a riportare in carreggiata la strategia ambientale.

Come puoi immaginare, tuttavia, MARS funzionerà solo se i governi e le imprese coopereranno. Non ha molto senso ricevere avvisi se i contributori delle emissioni li ignorano. Una compagnia petrolifera potrebbe essere riluttante a spendere i soldi necessari per riparare il suo flaring, per esempio. L’ONU può segnalare un problema utilizzando questo sistema, ma non può richiedere un’azione.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment