L’Ucraina ha perso l’accesso a 1.300 terminali Starlink per una questione di finanziamento

Di recente, il 24 ottobre, l’esercito ucraino ha subito un’interruzione parziale di Internet dopo che 1.300 terminali Starlink sono andati offline a causa di una carenza di fondi, rapporti CNN. Il blackout si è verificato durante i colloqui in corso tra SpaceX e il Dipartimento della Difesa che continuano nonostante Elon Musk abbia affermato che la sua azienda avrebbe continuato a pagare il conto per l’utilizzo di Starlink nel paese.

“Le trattative sono molto in corso. Tutti nel nostro edificio sanno che li pagheremo”, ha detto alla rete un alto funzionario del Pentagono, aggiungendo che il Dipartimento della Difesa vuole ottenere qualcosa per iscritto “perché temiamo che cambierà idea”.

A settembre, SpaceX ha inviato una lettera al Pentagono, chiedendo al Dipartimento della Difesa di farsi carico delle spese relative all’utilizzo da parte dell’Ucraina del suo servizio Internet Starlink. Il 15 ottobre, in seguito alla protesta pubblica, Musk sembrava tornare sui propri passi sulla decisione di chiedere assistenza al governo degli Stati Uniti. “Al diavolo… continueremo a finanziare gratuitamente il governo ucraino”, ha twittato Musk in seguito raccontare Il Financial Times l’azienda lo farebbe “a tempo indeterminato”.

Secondo CNN, l’interruzione del mese scorso è stata un “problema enorme” per l’esercito ucraino. A marzo, il Paese ha acquistato i 1.300 terminali da una compagnia britannica. Secondo quanto riferito, SpaceX ha addebitato all’Ucraina $ 2.500 al mese per mantenere operativa ciascuna unità. Il paese alla fine non poteva più permettersi di pagare la fattura mensile di 3,25 milioni di dollari e ha chiesto aiuti finanziari al Ministero della Difesa britannico. Dopo alcune discussioni, i due hanno deciso di dare la priorità ad altre spese militari.

“Sosteniamo una serie di terminali che hanno un’utilità tattica diretta per l’esercito ucraino nel respingere l’invasione della Russia”, ha detto un funzionario britannico CNN. “Consideriamo e diamo la priorità a tutte le nuove richieste in termini di impatto che i contributi avrebbero nel sostenere l’Ucraina nella difesa del suo popolo contro la deplorevole invasione di Putin”.

Se SpaceX e il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti dovessero firmare un accordo, non è chiaro se il Pentagono avrà un maggiore controllo sul servizio Starlink in Ucraina. La compagnia attualmente decide dove le truppe ucraine possono utilizzare i terminali.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment