Meritocrazia Italia, a Roma il quarto Congresso nazionale

Conto alla rovescia per il quarto Congresso nazionale di Meritocrazia Italia (Mi), che si terrà a Roma domani e venerdì. Il confronto, al quale prenderanno parte dirigenti Mi e ospiti illustri anche del panorama internazionale, rappresentanti di tutte le forze politiche, studiosi, professionisti e Istituzioni, avrà a oggetto il ruolo riservato al cittadino nell’azione politica e sarà volto a indagare le ragioni del fallimento della politica del mero consenso e a far emergere le utilità della diffusione di una ‘cultura della partecipazione’. L’obiettivo sarà avviare una riflessione condivisa sulle strategie possibili per il ripristino di un benessere collettivo e di un’equa distribuzione delle opportunità, facendo il punto sulle reali priorità.

Nella mattinata di venerdì 21 si terrà la prima sessione, su “La Cultura della partecipazione”, moderata dal giornalista Rai Daniele Rotondo. Nel pomeriggio, il dibattito riguarderà “Il programma di Governo: la politica della stabilità”, con la moderazione di Giuliano Giubilei, già giornalista Rai. A margine delle due sessioni, in due distinti corner tematici, sarà rivolta attenzione al problema della necessaria valorizzazione di forme di energia non distruttiva e quello dell’incidenza dei nuovi sistemi di comunicazione sulle dinamiche relazionali e lavorative. Sabato 22 verrà presentata la mozione congressuale di Meritocrazia Italia e saranno condivise le intenzioni programmatiche di Coordinamenti regionali e Ministeri Mi per il prossimo anno.

“Vogliamo promuovere una politica nuova – racconta il presidente nazionale Walter Mauriello – fatta di partecipazione. Desideriamo che il cittadino riscopra il valore del proprio ruolo e l’importanza di quella leale collaborazione con le istituzioni che è indispensabile per la conservazione degli equilibri e il ripristino dell’equità sociale. Il quarto Congresso nazionale di Meritocrazia Italia rappresenterà un momento importante di dialogo. Per questo abbiamo tenuto alla partecipazione di tutte le forze politiche, oggi impegnate nell’avvio di una nuova legislatura, e di professionisti in evidenza anche nel panorama internazionale. Un segnale di apertura e condivisione, quello che servirebbe e che manca da tanto tempo”. L’evento sarà trasmesso anche in streaming sulla pagina Facebook ‘L’Italia che merita’.

Leave a Comment