Meta dovrà vendere Giphy dopo aver perso l’appeal del Regno Unito

Meta dovrà annullare una delle sue acquisizioni significative. L’autorità di regolamentazione della concorrenza e dei mercati (CMA) del Regno Unito ha ordinato Meta per vendere Giphy dopo aver perso la sua battaglia al Competition Appeal Tribunal. Mentre la CMA ha esaminato la decisione a luglio dopo che il tribunale si è schierato con Meta su una questione (condivisione di informazioni sensibili di terze parti), ha scoperto che l’accordo potrebbe ancora danneggiare la concorrenza limitando l’accesso dei rivali alle GIF Giphy, richiedendo condizioni sfavorevoli e riducendo il digitale scelte pubblicitarie.

Meta ha acquistato Giphy a maggio 2020 a un prezzo non ufficiale stimato di $ 400 milioni. La società sperava che l’acquisto migliorasse la ricerca di GIF e adesivi nelle storie di Instagram e nella messaggistica diretta. Sebbene l’azienda sostenesse che Giphy sarebbe stata “apertamente disponibile” per gli altri, la CMA ha avviato un’indagine un mese dopo e ha stabilito nell’agosto dello stesso anno che l’acquisizione avrebbe danneggiato la concorrenza nei social media e nella pubblicità. Meta ha respinto tali affermazioni e ha presentato ricorso contro l’ordine del novembre 2021 di vendere Giphy, sostenendo che i miglioramenti alla fine avrebbero offerto “più scelte per tutti”.

Un portavoce di Meta ha detto a Engadget che la società era “delusa” dalla decisione della CMA, ma che avrebbe onorato il risultato e collaborato alla vendita di Giphy. L’operatore del social network ha aggiunto che prenderebbe ancora in considerazione le acquisizioni per fornire più “innovazione e scelta”.

Il fallimento dell’accordo con Giphy non danneggerà necessariamente gli affari di Meta. Tuttavia, arriva quando i funzionari riesaminano gli acquisti dell’azienda di Instagram e WhatsApp. La Federal Trade Commission è arrivata al punto di citare in giudizio l’acquisizione dello sviluppatore di app di allenamento VR per la preoccupazione che potrebbe soffocare il mercato del fitness virtuale. L’abitudine di Meta di accaparrarsi società è sotto stretto controllo e l’inversione dell’accordo con Giphy non allevierà certamente la pressione. Puoi leggere la dichiarazione completa di Meta di seguito.

“Siamo delusi dalla decisione della CMA, ma accettiamo la sentenza odierna come l’ultima parola sulla questione. Lavoreremo a stretto contatto con la CMA per disinvestire da GIPHY. Siamo grati al team di GIPHY durante questo periodo incerto per la loro attività e auguriamo loro ogni successo. Continueremo a valutare le opportunità, anche attraverso l’acquisizione, per portare innovazione e scelta a più persone nel Regno Unito e in tutto il mondo”. — Portavoce della società Meta

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment