Netflix inizierà ad addebitare le tariffe per gli “utenti extra” all’inizio del prossimo anno

Sapevamo tutti che sarebbe arrivato. La prossima fase della repressione durata mesi di Netflix sulla condivisione delle password, che a sua volta segue la prima perdita di abbonati trimestrali dell’azienda in un decennio, è presto alle porte. L’azienda annunciato durante la sua chiamata sugli utili trimestrali martedì che addebiterà ai clienti una tariffa mensile aggiuntiva alle persone che condividono le proprie credenziali di accesso a partire dall’inizio del 2023.

Questa mossa è un’espansione di un programma pilota attualmente in corso in America Latina che addebita costi aggiuntivi per i subaccount “utente extra”, utenti al di fuori del tuo nucleo familiare che utilizzano il tuo login per accedere al servizio. Fondamentalmente, ogni elenco su “Chi sta guardando?” lo schermo ti costerà soldi extra se non vivono anche con te.

Netflix non ha ancora annunciato i prezzi per le accuse punitive, anche se se seguono lo schema “un quarto della tariffa base” del programma pilota, dovrebbe aggirarsi intorno ai 3-4 dollari. Per le persone che vogliono evitare tali commissioni, Netflix ha presentato lunedì uno strumento di migrazione dell’account che trasferirà i dati del subaccount di un utente (cronologia di visualizzazione, consigli e simili) al suo nuovo abbonamento indipendente.

Inoltre, la società ha recentemente annunciato un livello meno costoso e supportato dalla pubblicità che costerà $ 7 al mese quando verrà lanciato il 3 novembre. Il nuovo livello sarà disponibile in una dozzina di paesi, inclusi Regno Unito, Canada e Messico, entro il 10 novembre.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment