Nothing’s Ear Sticks pratico | Coinvolgere

ioÈ stato un anno impegnativo per Niente. Dopo aver debuttato con le sue cuffie wireless Ear 1 l’anno scorso, ha continuato con il suo primo smartphone, il Phone 1, osando competere in un’arena che in realtà ha perso alcuni concorrenti più affermati. Ora sta affrontando di nuovo le cime wireless con $ 99 Stick per le orecchie. Non è un gran nome, ma è almeno descrittivo. Invece della custodia sottile e squadrata dell’Ear 1, Nothing ha tratto ispirazione dal design dei prodotti cosmetici, creando una custodia di ricarica per i boccioli ispirata ai tubetti di rossetto. Non è il primo set di cuffie wireless a disporre di un cilindro rotante, ma assicura che l’Ear Stick non venga confuso con gli auricolari rivali.

A $ 99, l’Ear Stick ha un prezzo ragionevole ma manca di alcune delle caratteristiche significative dei primi auricolari wireless di Nothing, soprattutto, la cancellazione attiva del rumore (ANC). Tuttavia, ci sono molti miglioramenti qui, soprattutto per quanto riguarda la connettività.

L’hardware

Mat Smith / Engadget

È difficile smettere di torcere e scalpitare sull’accattivante custodia dell’Ear Stick. La superficie micro-puntinata del caricatore, esposta quando le cime sono bloccate e in carica, è piacevole. Nella parte superiore del caricatore, c’è una porta di ricarica USB-C e un pulsante cromato per accoppiare gli auricolari ai dispositivi. Dato il fattore di forma, questa volta non è prevista la ricarica wireless, ma garantisce anche che l’Ear Stick sia più economico da realizzare. (Così com’è, Nothing ha recentemente aumentato il prezzo dei suoi auricolari Ear One.) Tuttavia, sulla custodia c’è una piccola parte di spazio, quindi la lanugine delle tasche può facilmente rimanere intrappolata e arrotolata nella fessura, il che è fastidioso. A giudicare dai miei altri gadget trasparenti, questo potrebbe solo peggiorare.

Le stesse gemme Ear Stick continuano quel linguaggio di design Nothing, con un involucro trasparente attorno alle punte e un carattere a matrice di punti che etichetta ogni stelo. C’è un punto rosso sul bocciolo destro per aiutare gli utenti ad assicurarsi che vadano nelle orecchie giuste. Tuttavia, rispetto all’Ear 1, non hanno punte in silicone, quindi rimangono liberamente all’interno dell’orecchio. Ciò significa che, indipendentemente da qualsiasi tecnologia di cancellazione del rumore, una buona quantità di rumore penetrerà.

Nulla dice che le cime hanno subito oltre 200 cicli di modifiche e penso che ne sia valsa la pena: sono comode. Con un peso di 4,4 grammi (0,15 once) ciascuno, sono anche più leggeri degli auricolari Ear 1. So che molte persone (e diversi editori di Engadget) preferiscono questo tipo di vestibilità più ampia, poiché AirPods Pro, Galaxy Buds e molti altri esercitano un po’ troppa pressione sui loro condotti uditivi. L’Ear ​​Stick è rivolto a quelle persone, ma ce ne sono abbastanza?

Galleria: Niente Ear Stick pratico | 5 foto


In ambienti rumorosi, ad esempio quando viaggio con i mezzi pubblici o mi alleno, sono costretto ad alzare il volume al massimo per competere con tutto il rumore ambientale. Detto questo, sono comode e, per le cime senza punte rimovibili, abbastanza aderenti da non temere di perderle quando si è in movimento. Non ero ancora completamente a mio agio a correre o saltare, ma non cadevano durante l’uso regolare.

Non ho ancora testato a fondo la durata della batteria, ma la valutazione di sette ore di Nothing sembra approssimativamente accurata. Aspettatevi di ottenere 29 ore di riproduzione totale con la custodia, che è quasi una settimana di ascolto intermittente per me. C’è una funzione di ricarica rapida che può ricaricare le cime con due ore di riproduzione con soli 10 minuti di tempo di ricarica, il che è già stato conveniente durante i lunghi viaggi attraverso Londra, dove risiedo.

Niente ha anche creato un nuovo driver dinamico progettato su misura in questa generazione di gemme. L’azienda afferma che è il più sensibile trovato sugli auricolari wireless sul mercato e, anche se non posso garantirlo, ho scoperto che l’Ear Stick funziona meglio quando ascolto parole o telefonate; sono notevolmente più nitidi e nitidi rispetto all’Ear 1. Inoltre, niente dice che sia dotato di una funzione di blocco dei bassi che cerca di misurare il suono che fuoriesce dal design semiaperto, ma fatico a sentirlo fare abbastanza per tutto il suono perdita.

Tuttavia, non c’è molto che niente possa fare con un design a mezzo orecchio come questo per mantenere i livelli dei bassi rispetto alla concorrenza. C’è un acufene nella musica e nei suoni che non credo che nessun algoritmo possa correggere, dato il design del bocciolo semiaperto.

Il software

Puoi migliorarlo leggermente con l’equalizzatore personalizzabile dall’app complementare e, se sei già un utente di Nothing Phone 1, otterrai utili scorciatoie dal menu a discesa di Android. È un bel tocco, abbinato alla scorrevolezza che si ottiene quando si utilizzano gli auricolari Samsung con un telefono Galaxy, ecc.

Niente Ear Sticks hands-on

Mat Smith / Engadget

Niente ha anche risolto alcuni dei problemi di connettività che hanno rovinato l’Ear 1. Ha spostato l’antenna più in basso tra le cime, il che, a suo dire, riduce al minimo il blocco del segnale. Durante l’uso, l’Ear Stick si collega e si accoppia in modo più coerente rispetto alle altre cuffie di Nothing. È meno probabile che interrompano la connessione quando mi muovo nel mio appartamento e mi allontano dal mio telefono. Lo Stick è anche molto meno esigente sull’abbinamento con telefoni, laptop e altri dispositivi. Sebbene inizialmente fossi rimasto colpito dall’Ear 1, la sua incoerenza nell’abbinamento con iPhone, laptop e persino telefoni Android ha significato che alla fine sono tornato al mio AirPods Pro. Niente ha fortunatamente imparato quella lezione con il suo secondo paio di auricolari wireless.

Prenderei volentieri i miglioramenti dell’audio e del segnale dello Stick, ma sfortunatamente non sono innamorato dell’Ear Stick come lo ero dell’Ear 1. Ho bisogno della mia cancellazione del rumore e delle punte in silicone. Tuttavia, non vedo l’ora che arrivi l’Ear 2, o qualunque cosa Nothing decida di chiamare il suo terzo tentativo, quando si spera che unirà il meglio di entrambe le cime.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment