Recensione di Apple iPad Pro (2022): un ripiego impressionante

Apple ha appena rilasciato due nuovi iPad. Uno di questi, l’iPad di base di decima generazione, è stato ricostruito da zero. Il nuovo iPad Pro, d’altra parte, è un aggiornamento molto più semplice. L’azienda ha preso il modello dell’anno scorso, ha sostituito il chip M1 con l’M2, ha apportato alcune altre piccole modifiche e l’ha annullata. L’iPad Pro è ancora ridicolmente veloce ed è ancora estremamente costoso, a partire da $ 799 per il modello da 11 pollici e $ 1.099 per il 12,9 pollici.

Tuttavia, non posso davvero criticare Apple per questo approccio. Anche se il design di base dell’iPad Pro è stato introdotto per la prima volta nel 2018, è ancora un hardware meravigliosamente progettato. È dotato di uno dei migliori schermi che Apple abbia mai realizzato e continua a sorprendermi che l’azienda possa racchiudere così tanta potenza in un telaio così compatto.

Professionisti

  • Il chip M2 è incredibilmente potente
  • Ottima durata della batteria
  • Schermo e design industriale sono ancora i migliori della categoria
  • Pratica nuova funzionalità Apple Pencil Hover

contro

  • Fotocamera frontale posizionata in modo scomodo
  • Stage Manager non è ancora completamente cotto

Sebbene il modello di quest’anno assomigli da vicino a quello che Apple stava già vendendo, arriva in un momento significativo per l’evoluzione dell’iPad. Questo grazie a iPadOS 16, lanciato la scorsa settimana. Per la maggior parte degli iPad, è la raccolta prevista di utili miglioramenti, ma per iPad Pro offre un sistema multitasking completamente nuovo chiamato Stage Manager. È una chiara risposta alla domanda che noi revisori tecnologici (e molti proprietari di iPad Pro) ci poniamo da anni: quando avremo un software che ci permetta di sfruttare la potenza dell’iPad?

Galleria: foto della recensione di Apple iPad Pro (2022). | 10 foto


Hardware

Innanzitutto, un rapido aggiornamento. L’iPad Pro è ancora disponibile in due dimensioni: 11 e 12,9 pollici. Le opzioni di archiviazione vanno da un modesto 128 GB fino a 2 TB davvero scandaloso e puoi configurarlo con una radio 5G opzionale per quando non c’è il WiFi. E per quando sei a casa, supporta il WiFi 6E, mentre il modello dell’anno scorso era limitato al WiFi 6. Come al solito, noi recensori possiamo giocare con un iPad quasi top di gamma: il modello da 12,9 pollici con 1 TB di spazio di archiviazione e servizio 5G di Verizon. Questo iPad Pro costa $ 1.999 sbalorditivi, e questo prima di aggiungere $ 129 Apple Pencil e $ 349 Magic Keyboard. Siamo nel territorio di MacBook Pro o Mac Studio a questo punto.

Almeno l’iPad Pro sembra ancora un dispositivo che vale quel tipo di denaro. (Che sia è è una domanda diversa.) La vestibilità e la finitura rimangono eccezionali e, sebbene il peso di 1,5 libbre lo renda un po’ più oneroso da tenere rispetto ai modelli di iPad più piccoli e leggeri, sono comunque impressionato dalla capacità di Apple di stipare tali prestazioni in un dispositivo così compatto. Ci sono altri tablet ben progettati sul mercato, ma penso che nessuno abbia ancora raggiunto l’iPad Pro.

Il modello da 11 pollici ha ancora a che fare con lo stesso display LCD Liquid Retina che ha avuto per alcuni anni, ma la versione da 12,9 pollici ha il pannello Liquid Retina XDR che è stato introdotto per la prima volta sull’iPad M1 Pro nel maggio del 2021 Questo schermo utilizza la retroilluminazione mini-LED per offrire 2.596 zone di attenuazione locale per offrire un’ampia gamma dinamica e un rapporto di contrasto di 1.000.000:1. Ha anche fino a 1.000 nits di luminosità a schermo intero e 1.600 nits di luminosità di picco durante la riproduzione di contenuti HDR, che possono davvero far scoppiare i film.

Apple iPad Pro (2022)

Nathan Ingraham / Engadget

Non c’è niente di nuovo nello schermo quest’anno, ma vale la pena sottolineare quanto sia bello. Entrambi i modelli di iPad Pro hanno anche la frequenza di aggiornamento ProMotion di 120 Hz; supporto per l’ampia gamma di colori P3; uno schermo completamente laminato al vetro anteriore; e un rivestimento antiriflesso.

Proprio come l’anno scorso, l’iPad Pro ha una fotocamera frontale ultrawide da 12 megapixel che supporta l’autenticazione Face ID. Questa fotocamera grandangolare supporta Center Stage, che ritaglia e ingrandisce il tuo viso per mantenerti al centro dell’inquadratura durante una videochiamata. Va tutto bene, ma sfortunatamente l’iPad Pro ha ancora la sua fotocamera frontale sul bordo verticale dello schermo, il che significa che sarai sempre un po’ fuori centro e non guarderai direttamente lo schermo se il tuo iPad è in una docking station per tastiera. Questo è vero per tutti gli iPad già da anni, ma ora che il modello base ha ottenuto una fotocamera orientata al paesaggio, aspetteremo con impazienza che Apple lo implementi su tutta la sua gamma.

Anche le fotocamere posteriori sono le stesse: sono disponibili opzioni grandangolari da 12 megapixel e ultra grandangolari da 10 megapixel, oltre a un flash e uno scanner LIDAR. Tuttavia, il processore M2 sblocca un nuovo trucco video, poiché l’iPad Pro ora può registrare video nel codec ProRes di Apple con una risoluzione 4K a 30 fotogrammi al secondo, una funzionalità introdotta per la prima volta in iPhone 13 Pro. Questa è certamente una caratteristica di nicchia, ma mostra i miglioramenti dell’M2 rispetto al suo predecessore.

Apple iPad Pro (2022)

Nathan Ingraham / Engadget

Accessori

Dal punto di vista degli accessori, iPad Pro utilizza la stessa Apple Pencil e Magic Keyboard di seconda generazione disponibili rispettivamente dal 2018 e dal 2020. La tastiera magica offre ancora la migliore esperienza di digitazione che puoi trovare su un iPad, sebbene l’intero pacchetto sia piuttosto pesante. È anche pazzesco, come ho già detto. E ora che il nuovo Magic Keyboard Folio dell’iPad di base offre una fila di tasti funzione e un trackpad leggermente più grande, queste caratteristiche mi mancano davvero. Ma se ti guadagni da vivere con le parole, come me, è comunque uno strumento essenziale.

L’Apple Pencil rimane uno strumento che non sono particolarmente bravo a valutare, perché mi mancano gravemente le capacità di arti visive. Vorrei davvero potermi sedere e disegnare e disegnare e realizzare le meravigliose creazioni che ho visto fare ad altri, ma non sta succedendo. Se sei un artista visivo, è probabile che tu sappia già quanto bene funziona la matita, però.

L’M2 sul nuovo iPad Pro ha anche abilitato un nuovo trucco chiamato Hover. Se la matita si trova entro 12 mm dallo schermo, le icone e gli elementi dell’interfaccia possono reagire. L’esempio più semplice è come le icone delle app aumentano di dimensioni quando passi sopra la matita, mostrandoti cosa stai per toccare. Funziona a livello di sistema, almeno nelle app Apple. Gli sviluppatori di terze parti dovranno integrare le funzionalità di Hover nelle loro app, ma dovrebbe essere un bel nuovo strumento nell’arsenale di Pencil. Un posto in cui sono stato in grado di dimostrarlo è stato nell’app Notes; quando usi il nuovo pennello acquerello, puoi passare la matita sullo schermo per vedere come reagirà il colore con altri elementi che hai già disegnato.

Ho trovato un’altra fantastica implementazione di Hover nell’eccellente app di modifica delle immagini Pixelmator Photo. Passando con il mouse e spostando la matita su una striscia di diversi filtri nella parte inferiore dell’app, li applica automaticamente come anteprima. È incredibilmente veloce e un modo divertente per vedere come apparirà la tua foto. Detto questo, è qualcosa che potresti già fare con il trackpad e il puntatore; finora, molte delle azioni di Hover che ho visto sono semplici cloni di ciò che puoi fare quando passi il mouse su un elemento dell’interfaccia con il trackpad. Non vedo l’ora di vedere cosa escogitano gli sviluppatori andando avanti, però.

Leave a Comment