Regionali in Lombardia, il centrosinistra candida Majorino. Lui si dice “onorato ed emozionato”

Si dice “onorato ed emozionatoPierfrancesco Majorino dopo l’annuncio del centrosinistra lombardo di candidarlo a presidente della Lombardia nella prossima sfida delle regionali del febbraio 2023. Una sfida che, Majorino ne è convinto, si può vincere.

Affida a un post sui social il primo commento dopo l’annuncio dell’investitura. “Possiamo battere la destra di Attilio Fontana e sono convinto che ce la metteremo tutta” dice ancora l’europarlamentare del Pd, già consigliere comunale e assessore nella giunta di Giuliano Pisapia quando era sindaco di Milano. “A partire da domani” incontrerà le forze del centrosinistra, aggiunge Majorino, “per costruire insieme, e secondo le modalità condivise, la proposta più forte possibile per cambiare pagina in Regione”.

 

Il centrosinistra lombardo: “Coinvolgere eminenti personalità della società civile”

In una nota diffusa poco prima, il centrosinistra lombardo aveva deciso di convergere sul suo nome dopo mesi di nomi rincorsi, di “ipotesi primarie” e altre riflessioni per scegliere il candidato più adatto per contendere ad Attilio Fontana la presidenza della Lombardia.

“Le forze politiche e civiche di centrosinistra, ambientaliste e liberaldemocratiche – si legge nella nota – che in questi mesi hanno lavorato alla costruzione della coalizione per l’alternativa alla Giunta Fontana, si sono riunite completando il lavoro sulle priorità programmatiche condivise e che verranno offerte quale contributo alla stesura del programma del candidato presidente. È stato inoltre deciso di coinvolgere nella costruzione del programma alcune eminenti personalità della società civile e progressista lombarda”, chiedendo appunto a Majorino di scendere in campo, nella difficile battaglia per via Melchiorre Gioia, sede del Palazzo della Regione.

Dopo l’annuncio, si attende il tavolo che l’eurodeputato Pd costruirà con tutte le anime della coalizione, ormai definita. “La coalizione è questa qua. Punto” ha commentato il segretario regionale Vinicio Peluffo.

 

I commenti degli alleati: Sinistra Italiana e +Europa

“Il profilo dell’europarlamentare lombardo (Majorino, ndr) corrisponde alle caratteristiche di una figura nettamente differente per storia, posizioni e credibilità a quelle di Attilio Fontana e Letizia Moratti espresse nel campo del centrodestra”. Questo il commento con cui Sinistra Italiana accoglie la scelta del candidato di centrosinistra. È giunto il momento “di stringere il confronto programmatico, sul quale si era lavorato in comune accordo anche con il M5S fino a luglio, e definire la piattaforma”.

Abbiamo espresso l’appoggio al candidato indicato dal Pd. E abbiamo ribadito che la nostra partecipazione è riferita a una coalizione che, come oggi, non comprende il M5S”. La precisazione arriva da +Europa, anch’essa al tavolo dei partiti di coalizione in vista delle prossime elezioni regionali.

Leave a Comment