Secondo quanto riferito, Apple sta lavorando per semplificare la frase di attivazione di Siri

Apple sta lavorando per semplificare il modo in cui gli utenti interagiscono con Siri, secondo . Secondo quanto riferito, la società ha trascorso gli ultimi mesi ad addestrare l’assistente digitale per rispondere a “Siri” invece di “Ehi Siri”. In superficie, si tratta di un semplice cambiamento, ma secondo Gurman implica “una quantità significativa di formazione sull’IA e lavoro di ingegneria sottostante”. Il motivo è che una frase trigger di due parole come “Hey Siri” aumenta la probabilità che il software risponda a una richiesta.

La modifica renderebbe più semplice mettere insieme più comandi uno dopo l’altro. Fondamentalmente, aiuterebbe Apple a mettersi al passo con Amazon e Google, che offrono assistenti digitali con capacità più solide. Alexa, ad esempio, è già in grado di rispondere solo al suo nome invece di “Ehi Alexa”. L’Assistente Google, nel frattempo, richiede ancora di dire “Ehi Google” o “Ok Google”, ma può registrare comandi consecutivi senza che tu debba ripetere una parola sveglia ogni volta.

Secondo Gurman, Apple sta anche lavorando per integrare più profondamente Siri con app e servizi di terze parti. Tutti questi cambiamenti potrebbero richiedere del tempo per essere implementati, con Gurman che ha notato che il ritocco alla frase di veglia di Siri probabilmente arriverà l’anno prossimo o nel 2024.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment