Secondo quanto riferito, Twitter non riesce a pagare alcuni fornitori a causa delle misure di riduzione dei costi

Elon Musk si rifiuta di pagare centinaia di migliaia di dollari in spese di viaggio accumulate dai dipendenti di Twitter prima di rilevare l’azienda, Il New York Times ha riferito. La società è impegnata in una drastica campagna di riduzione dei costi e, secondo quanto riferito, Musk ha emesso ordini per rallentare o addirittura interrompere i pagamenti a fornitori e servizi a contratto. La mossa ha suscitato lamentele da parte di addetti ai lavori e fornitori di Twitter a cui sono dovuti milioni di dollari in pagamenti arretrati.

Musk ha portato alleati di Tesla, del suo family office e di The Boring Company con la direttiva di “tagliare, tagliare, tagliare”, secondo l’articolo. Pertanto, Twitter sta chiedendo al personale di rivedere, rinegoziare o addirittura non pagare alcuni fornitori esterni, secondo NYTle fonti di. Alcune aree in esame includono i costi informatici, i viaggi, i servizi software, gli immobili e persino il cibo della mensa in ufficio.

Twitter sta esaminando le partnership con leghe sportive come NFL e NBA, insieme a società di media tra cui Condé Nast e Fox. Sta anche cercando di rinegoziare accordi con aziende tecnologiche come Amazon e Oracle che forniscono servizi informatici. Inoltre, le carte di credito aziendali sono state chiuse, i pranzi gratuiti eliminati e i pagamenti delle note spese ritardati. E secondo quanto riferito, la società non ha consegnato gli assegni precedentemente promessi a organizzazioni di beneficenza.

Musk ha assunto $ 13 miliardi di prestiti come parte della sua acquisizione del social network, con pagamenti di interessi che presumibilmente ammontano a $ 1 miliardo ogni anno. Ha detto ai dipendenti che “il quadro economico che ci attende è disastroso” e “il fallimento non è fuori discussione”. Twitter ha tagliato metà della sua forza lavoro di 7.500 persone, visto dimissioni di massa e, secondo quanto riferito, terminato la maggior parte dei suoi appaltatori, molti dei quali hanno lavorato alla polizia dei contenuti.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.

Leave a Comment