Senato, il puzzle delle Commissioni: ecco i nomi

Terminata la partita della Commissioni permanenti in Senato, con le caselle delle permanenti di Palazzo Madama che sono completate dopo la composizione dell’ufficio di presidenza, che ha portato alle nomine dei presidenti (5 a Fdi, 3 alla Lega e 2 a Fi), dei 2 vicepresidenti e i 2 segretari. Tra i vicepresidenti 5 risultano di Fratelli d’Italia, 3 della Lega, due di Fi. Per le opposizioni tre vice a testa sono appannaggio di Pd e M5S, due per Azione-Iv, uno per i verdi-Si e uno per le Autonomie. Le donne risultate elette sono in totale, sei, poco più di una su 4. Che si aggiungono ai due presidenti in quota rosa (Bongiorno e Stefania Craxi).

Nella prima (Affari costituzionali, affari della Presidenza del Consiglio e dell’Interno, ordinamento generale dello Stato e della Pubblica Amministrazione, editoria, digitalizzazione) al meloniano Alberto Balboni, faranno da vice il leghista Paolo Tosato e il dem Dario Parrini. Con la Bongiorno titolare della Giustizia, proclamata dall’ex Pm Roberto Scarpinato, con cui furono scintille nel ’99 a Palermo per il processo Andreotti, e da ultimo in Aula, durante il voto di fiducia al governo Meloni, ci saranno a fare i vicepresidenti della seconda commissione Ilaria Cucchi, eletta con Verdi e Si, il meloniano Sandro Sisler.

Agli Affari esteri e difesa, con la riconfermata Stefania Craxi di Forza Italia, subentrata nella scorsa legislatura in corso d’opera al pentastellato Vito Petrocelli, dopo le polemiche su sue presunte simpatie filorusse, ci saranno i due vicepresidenti Roberto Menia (Fdi) e Ettore Licheri (M5S). In quarta Commissione (Politiche dell’Unione europea) l’ex ministro degli Esteri, ora senatore di Fdi, Giulio Terzi di Sant’Agata avrà come vice Dolores Bevilacqua (M5s) e Pierantonio Zanettin (FI).

In quinta (Programmazione economica, bilancio) con il senatore di Fdi, Nicola Calandrini ci sono l’azzurro Claudio Lotito, patron della Lazio, e il dem Antonio Misiani. Alla Finanze e tesoro (sesta), guidata dall’ex ministro per il turismo del governo Draghi, il leghista Massimo Garavaglia, a fare da vicepresidenti Pietro Patton (Autonomie) e Andrea Augello (Fdi). In settima Commissione (Cultura e patrimonio culturale, istruzione pubblica, ricerca scientifica, spettacolo e sport) con il leghista Roberto Marti, Giulia Cosenza di Fdi e Giusy Versace di Azione-Italia Viva.

Per l’Ambiente (Ambiente, transizione ecologica, energia, lavori pubblici, comunicazioni, innovazione tecnologica) Gianni Rosa di Fdi e Lorenzo Basso del Pd saranno i vice dell’azzurro Claudio Fazzone. Nella nona (Industria, commercio, turismo, agricoltura e produzione agroalimentare) sono stati eletti vice presidenti i senatori Giorgio Maria Bergesio e Gisella Naturale, rispettivamente di Lega e M5S. Infine in decima Commissione permanente (Affari sociali, sanità, lavoro pubblico e privato, previdenza sociale) che ha eletto Francesco Zaffini di Fdi, vice presidenti sono le senatrici Maria Cristina Cantù della Lega e Daniela Sbrollini (Az-Iv).

Leave a Comment