“Symbiogenesis” è un po’ di spazzatura NFT di Square Enix, non un revival di “Parasite Eve”

ha Quello simbiogenesi, un progetto imminente che si diceva fosse Vigilia parassitaria-related, è in realtà qualcos’altro ed è incentrato su . L’editore ha descritto simbiogenesi come “il suo primo progetto d’arte da collezione digitale progettato da zero per i fan di Web3”.

simbiogenesi si svolge in un mondo autonomo contenente un ampio cast di personaggi che possono essere raccolti come NFT. Square Enix afferma che sarai in grado di utilizzare queste opere d’arte digitali come immagini del profilo sugli account dei social media, qualcosa che sicuramente non saresti in grado di fare semplicemente facendo uno screenshot.

Inoltre, puoi usare il tuo personaggio “in una storia che si svolge in un mondo alternativo in cui il giocatore può ‘sbrogliare’ un mistero completando missioni che ruotano attorno a questioni di monopolizzazione e distribuzione delle risorse”, Square Enix . Questo è alquanto ironico, dato che l’intero valore percepito degli NFT deriva dalla scarsità artificiale.

L’editore inizierà a vendere NFT (che saranno probabilmente sulla blockchain di Ethereum) nella primavera del 2023, insieme al debutto di “un servizio browser gratuito” su Google Chrome. L’approccio basato su browser ha un senso. simbiogenesi non arriverebbe su Steam, .

Questa è una delle pugnalate di più alto profilo mai viste in un’esperienza di gioco basata su NFT. Tuttavia, il mercato NFT ha . Anche i giocatori hanno ampiamente rifiutato gli NFT.

Lo scorso dicembre, è emerso che Ubisoft aveva aderito Punto di rottura di Ghost Recon, il primo titolo in cui ha impiegato la tecnologia blockchain. Poche settimane dopo, un dirigente di Ubisoft ha affermato che i giocatori trarrebbero vantaggio dall’avere un mercato in cui potrebbero acquistare e vendere NFT di oggetti di gioco, “ma per ora”. Ad aprile, Ubisoft ha annunciato che il gioco , mettendo di fatto il gioco in ghiaccio e diminuendo qualsiasi valore Punto di rottura di Ghost Reconavevano gli NFT.

Sembra che Square Enix stia affrontando una dura battaglia da fare simbiogenesi un successo. Non sorprende che l’azienda si stia muovendo in questa direzione dopo aver annunciato a gennaio che lo farebbe. Square Enix alcuni dei suoi studi occidentali più importanti quest’anno e lui prima di investire gran parte dei proventi nella blockchain e in altre tecnologie su quel piano.

Nel frattempo, Square Enix potrebbe dover cercare di placare i fan che lo erano Quello simbiogenesi era in realtà un . Dopo che l’editore si è registrato simbiogenesi come marchio il mese scorso, alcuni sottolineato che il termine significa “la fusione di due organismi separati per formare un unico nuovo organismo” — che è uno dei fondamenti di Vigilia parassitariala storia. Sebbene questa connessione sia alquanto tenue, è difficile incolpare i fan e che il progetto è in definitiva una truffa NFT.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.


Leave a Comment