Twitter è stato preso di mira da una campagna di trolling coordinata dopo l’acquisizione di Musk

Dopo quello di Elon Musk, Twitter è stato l’obiettivo di una campagna di trolling coordinata, secondo Yoel Roth, responsabile della sicurezza e della protezione dell’azienda. In un avvistato da , Roth ha detto sabato scorso che Twitter stava lavorando per fermare uno “sforzo organizzato” da parte dei troll per far pensare alle persone che l’azienda avesse indebolito le sue linee guida sui contenuti. “In basso in primo piano: le politiche di Twitter non sono cambiate. La condotta odiosa non ha posto qui,” Roth aggiungendo che la società aveva visto un “piccolo numero di account” pubblicare “un sacco” di tweet che includevano un linguaggio dispregiativo.

In un caso, Roth afferma che la società ha visto solo 300 account pubblicare più di 50.000 tweet utilizzando lo stesso insulto. “Abbiamo preso provvedimenti per bandire gli utenti coinvolti in questa campagna di trolling e continueremo a lavorare per affrontare questo problema nei giorni a venire per rendere Twitter sicuro e accogliente per tutti”, ha scritto.

La notizia di una campagna di trolling coordinata arriva dopo che una manciata di gruppi di ricerca ha trovato prove di cattivi attori che cercano di testare i limiti di Twitter. Venerdì, il Network Contagion Research Institute ha monitorato un aumento dell’uso della parola n. L’organizzazione no profit ha collegato l’aumento a post su siti come 4chan, in cui gli utenti si incoraggiavano a vicenda a pubblicare contenuti che incitano all’odio.

Venerdì, Musk ha affermato che Twitter non avrebbe preso decisioni di moderazione importanti fino a quando la società non avesse avuto la possibilità di farlo con “punti di vista ampiamente diversi”. Prima di prendere il controllo dell’azienda, Musk aveva detto di voler eliminare i divieti permanenti, osservando che avrebbe “errore dalla parte, in caso di dubbio, che il discorso esistesse”. Più recentemente, lui ha fatto galleggiare l’idea di consentire agli utenti di dividersi in diverse sezioni della piattaforma in cui potrebbero aggiungere valutazioni dei contenuti ai loro tweet.

Tutti i prodotti consigliati da Engadget sono selezionati dalla nostra redazione, indipendente dalla nostra casa madre. Alcune delle nostre storie includono link di affiliazione. Se acquisti qualcosa tramite uno di questi link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione. Tutti i prezzi sono corretti al momento della pubblicazione.


Leave a Comment