Domani al Libraccio di Roma cybersecurity e narrativa con “Certe morti non fanno rumore” di Alessandro Curioni

Dopo aver anticipato l’ondata di attacchi hacker dell’ultimo anno in “Il giorno del Bianconiglio”, ora l’esperto di cybersecurity Alessandro Curioni racconta, nel suo nuovo romanzo, i gravi rischi che comporta l’Intelligenza Artificiale. L’esperto di cybersecurity Leonardo Artico torna così in campo in “Certe morti non fanno rumore” appena uscito per Chiarelettere sarò presentato domani a Roma, nella Llibreria Libraccio di via Nazionale alle 18. E’ il secondo romanzo della serie che vede protagonista questo singolare ‘alter ego’ narrativo dell’autore.

Dopo aver messo a soqquadro il Dark Web, debellando la più pericolosa rete di criminali informatici in circolazione, Artico finisce di nuovo nel mirino: dal suo passato riemerge un’amante, nel frattempo diventata la potentissima manager di una bigtech, e con lei si materializza un’eminenza grigia a capo di un nucleo dei servizi segreti. Entrambi con un’offerta che non si può rifiutare.

Così l’esperto cybernauta -in compagni dei suoi compagni di avventura Roberto Gelmi, hacker geniale, e Teresa Aprili, brillante giornalista- si ritrova coinvolto nel segretissimo Progetto Da Vinci, che attraverso l’uso dell’intelligenza artificiale punta a rivoluzionare il mondo della cybersecurity. Con quali conseguenze? Leonardo giocherà la sua personalissima partita con obiettivi molto diversi da quelli degli altri due giocatori. Il doppio e il triplo gioco saranno la regola, la manipolazione d’informazioni e persone la normalità.

“Certe morti non fanno rumore” pone il lettore di fronte a temi di stringente attualità e fa riflettere sul ruolo dell’umanità nel momento in cui la tecnologia, con l’avvento delle intelligenze artificiali, sembra pronta a un nuovo, grande, balzo in avanti. In un mondo oscuro sul quale aleggia l’ombra di un nemico sconfitto, ma non abbattuto, Leonardo, Teresa e Roberto scopriranno che per smascherarlo devono rischiare molto più della loro vita digitale.

Curioni (classe 1967) nasce giornalista e nel 2003, dopo un biennio di studio, pubblica per Jackson Libri il volume “Hacker@tack” dedicato alla sicurezza informatica. Da questa esperienza, dopo sette anni nel settore, fonda nel 2008 Di.Gi. Academy, azienda specializzata in formazione e consulenza nell’ambito della cybersecurity, della quale è azionista e presidente. È autore di saggi, divulgatore, docente universitario e commentatore in Rai, per “Il Sole 24 Ore” e Class Cnbc.

Leave a Comment