Sea Drone Tech Summit 2022: i droni invadono Ostia

Nei prossimi giorni e fino al 26 ottobre si svolgerà la seconda edizione del Sea Drone Tech Summit, manifestazione articolata sull’utilizzo di sistemi di guida autonoma di superficie, subacquea o aerea. È sempre più diffuso, anche in Italia, l’utilizzo di droni e di sistemi robotici unmanned, radiocomandati o autonomi, navali e sottomarini. Questi veicoli possono infatti rispondere a varie esigenze professionali come il controllo delle coste e dei parchi marini, lo studio delle aree archeologiche sottomarine, il controllo e monitoraggio anti-inquinamento di laghi, fiumi, bacini idrici e dighe ma possono rivelarsi utili anche per l’industria petrolifera off-shore, missioni militari di intellligence. Applicazioni multiple per un paese che come il nostro è praticamente assediato dall’acqua per un buon 75% del territorio.

Il programma delle due giornate di “Sea Drone Tech Summit 2022” sarà articolato in 3 sessioni congressuali, per un totale di 24 relazioni dedicate rispettivamente a: droni e robot subacquei; natanti drone di superficie; droni aerei per uso acquatico. Interverranno, tra gli altri, relatori della Marina Militare, dei Vigili del Fuoco, di alcuni Istituti del CNR, di Saipem/Sonsub, del Cluster BIG, di ISME (Interuniversity Center of Integrated Systems for the Marine Environment) e delle Università di Verona, Firenze, Roma Sapienza e Roma Tre. Nell’ambito del congresso, sarà anche allestita un’ampia area espositiva con gli stand di 16 enti e aziende del settore: Aeromnia, Istituto di Ingegneria del Mare del CNR, Codevintec, Eurolink Systems, ISME, Laser Navigation, MDM Team, Neabotics, Novacavi, Sorveglianza Aerea Territoriale, SeTeL, Sistematica, Università Cusano, Università di Firenze, Università di Verona, Versilia Marine Service. Saranno pure organizzate alcune dimostrazioni operative di nuove piattaforme autonome e radiocomandate, che si svolgeranno in vasca presso il Polo Acquatico di Ostia e in mare presso la Lega Navale di Ostia.

“Siamo lieti che la nostra città di Ostia ospiti, per la seconda volta, questo prestigioso appuntamento dedicato alle più avanzate tecnologie robotiche messe al servizio di chi utilizza il mare soprattutto per lavoro, ma anche per sport o divertimento”, ha dichiarato Antonio Caliendo, assessore alle Attività Produttive e Turismo del Municipio Roma X. “In particolare, ci sembrano di grande interesse quei progetti che prevedano l’impiego di droni e robot per il controllo dell’ecosistema marino, della qualità delle acque e del livello di inquinamento e anche per il soccorso in mare di bagnanti in difficoltà. Sono soluzioni tecnologiche che ci auguriamo di poter vedere presto all’opera anche nel nostro mare”.

Leave a Comment